/ Politica

Politica | 16 giugno 2021, 14:36

Destinazione futura del 'Saint Charles' di Bordighera, Trucchi: "Ora tutto è da rifare. Avevamo ragione noi senza essere ascoltati"

Il consigliere di 'Semplicemente Bordighera' auspica che "i nuovi progetti tengano presente le esigenze della popolazione e siano concretamente operativi in tempi brevi, anche in considerazione della difficile situazione attuale dell'Ospedale e di chi ci lavora"

Giuseppe Trucchi

Giuseppe Trucchi

"Ho letto su Sanremonews di oggi le dichiarazioni del Sindaco di Bordighera relativamente alla decisione del Presidente Toti di annullare la procedura di passaggio ai privati della gestione dell'Ospedale S.Charles della nostra città". Ad intervenire sull'argomento è Giuseppe Trucchi del gruppo 'Semplicemente Bordighera' che spiega: "Il Sindaco Ingenito si propone di convocare i Sindaci dei Comuni del Distretto per concordare una azione comune di difesa dell'Ospedale che preveda alcuni punti obbligatori come la attivazione di un Pronto Soccorso attualmente non attivo (quello in funzione è un Punto di Primo Intervento). Non possiamo che essere lieti dell'interessamento del Sindaco ma ricordiamo che da due anni poniamo domande, interpellanze e dubbi a lui e alla Regione in merito all'Ospedale S.Charles senza avere alcuna risposta conclusiva e ricevendo solo rassicurazioni o promesse che in questi giorni si stanno rivelando purtroppo non realistiche".

"Il Presidente Toti attribuisce il cambio di rotta sulla privatizzazione dell'Ospedale alle conseguenze della pandemia. Ne prendiamo atto e riconosciamo che il problema sanitario mondiale che abbiamo attraversato ha modificato radicalmente le esigenze esistenti. Dobbiamo però ribadire quello che negli ultimi anni abbiamo molte volte detto e scritto senza che né la Regione né la Amministrazione di Bordighera abbiano minimamente prestato attenzione. Da tempo ribadiamo che il piano proposto al Privato per l'Ospedale era economicamente non sostenibile e quindi a rischio di fallimento. Ora tutto è da rifare. Avevamo ragione noi senza essere ascoltati".

"Speriamo che i nuovi progetti tengano presenti le esigenze della popolazione e siano concretamente operativi in tempi brevi, anche in considerazione della difficile situazione attuale dell'Ospedale e di chi ci lavora. Al sindaco di Bordighera raccomandiamo - conclude Trucchi -, allorquando incontrerà i colleghi dei Comuni del Distretto sanitario, di ricordare l'urgenza dell'utilizzo del Palasalute di Bordighera per allocare e potenziare i servi territoriali che hanno tanta importanza quanto quelli ospedalieri e versano in condizioni molto difficili".

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium