/ Attualità

Attualità | 14 giugno 2021, 19:42

Ieri l'annuale assemblea della sezione imperiese dell'associazione nazionale Alpini (foto)

Domenica pomeriggio alle 15 presso il Palabigauda di Camporosso si è tenuta l’annuale Assemblea dei delegati dell’Associazione Nazionale Alpini della Sezione di Imperia

Ieri l'annuale assemblea della sezione imperiese dell'associazione nazionale Alpini (foto)

Domenica pomeriggio alle 15 presso il Palabigauda di Camporosso si è tenuta l’annuale Assemblea dei delegati dell’Associazione Nazionale Alpini della Sezione di Imperia.

In ottemperanza alle vigenti disposizioni sanitarie e nel rispetto del DPCPM in termini di sicurezza all’incontro di solito molto partecipato hanno potuto presenziare soltanto i membri del Consiglio Direttivo Sezionale e i Capigruppo in rappresentanza dei loro delegati (ogni Gruppo corrisponde a uno dei nostro paesi dove è costituita una comunità di Alpini).

Dopo la verifica dei poteri il Presidente Sezionale, Giovanni Badano nella relazione morale, ha sottolineato il fatto che, nonostante la pandemia abbia bloccato la maggior parte delle attività a partire dai vari raduni di Gruppo, all’annuale Raduno al Colle di Nava e all’Aduna Nazionale di Rimini, il nucleo di Protezione Civile sia stato parecchio impegnato a causa dell’emergenza idrogeologica che ha colpito le Valli Arroscia e Argentina e Ventimiglia.

Numerosi anche gli interventi nell’emergenze Covid per il trasporto e la distribuzione di mascherine e guanti e l’invio di volontari della Sezione per il servizio all’Ospedale presso la Fiera di Bergamo, l’allestimento di tende per attività connesse al contrasto del morbo e per supporto ai centri vaccinali.

Inoltre, grazie alla generosità degli alpini della Sezione di Imperia e il cospicuo contributo di una benemerita signora è stata raccolta la somma di 33.110 euro che ha permesso l’acquisto di un ventilatore polmonare Carascape r860 e un’osmosi portatile donati al Centro AntiCovid dell’Ospedale di Sanremo ed un monitor multiparametrico offerto al reparto di rianimazione dell’Ospedale d’Imperia.

Dopo l’applauditissima relazione del Presidente Badano l’Assemblea ha approvato la proposta del Direttivo Sezionale di dar corso al 72° Raduno Nazionale Alpino al Sacrario della Divisione Alpina “Cuneense” al Colle di Nava, anche se in forma alquanto ridotta e cioè con la sola presenza del Consiglio Direttivo Sezionale, dei gagliardetti dei Gruppi con un solo partecipante e dei Vessilli delle Sezioni Liguri, Piemontesi e Valdostane la cui rappresentanza sarà limitata dal solo alfiere e dai vari Presidenti come scorta, perché, è stato detto, un virus per potente che sia, non può espellere dalla memoria il ricordo dei 13.470 Alpini della “Cuneense” di cui 521 della Provincia di Imperia, morti in terra di Russia nell’inverno del 1943.

 

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium