/ Attualità

Attualità | 13 giugno 2021, 07:21

Nominato il nuovo presidente dell'Unione dei Comuni delle Valli Argentina e Armea

Francesco Laura, sindaco di Bajardo è il nuovo presidente dell'ente che unisce Triora, Molini di Triora, Montalto Carpasio, Bajardo e Ceriana.

Nominato il nuovo presidente dell'Unione dei Comuni delle Valli Argentina e Armea

Cambio al vertice dell'Unione dei Comuni delle Valli Argentina e Armea. Francesco Laura, sindaco di Bajardo è il nuovo presidente dell'ente che unisce Triora, Molini di Triora, Montalto Carpasio, Bajardo e Ceriana. 

L'elezione si è svolta il 2 giugno. Il nome del primo cittadino bajocco era nell'aria da tempo, la nomina è stata votata all'unanimità. Francesco Laura, prende il posto di Massimo Di Fazio, sindaco di Triora, presidente dell'Unione dal 2018. Primo atto del nuovo presidente la conferma di Valter Pastorelli quale responsabile dei servizi amministrativi e finanziari, l'incarico per Antonino Leone di responsabile dell'area tecnica e di vice Segretario per Luca Bianchi. Tutti e tre sono dipendenti comunali in forze a Triora. 

L'Unione è nata nel 2014 e ha sede a Montalto Carpasio. In questi anni, soltanto Badalucco è uscita fuori da questo ente, nel 2016, anche se l'attuale amministrazione comunale ha da tempo manifestato l'intenzione di rientrare. Le trattative oggi sembrano in stallo. Rispetto all'inizio l'Unione ha accentrato molte funzioni dei Comuni per ottimizzare servizi e personale, due aspetti problematici nelle realtà dell'entroterra.  

"Sono onorato di essere stato eletto presidente, un incarico che ogni due anni viene svolto a rotazione da un sindaco. - sottolinea Francesco Laura - L'Unione in questi anni ha fatto da tramite per molti servizi dandosi da fare soprattutto sulla videosorveglianza, trovando collaborazione con la Prefettura e riuscendo a installare telecamere sulle principali vie d'accesso e uscita dei borghi, garantendo così un territorio abbastanza controllato". 

"C'è stato anche un impegno per l'ambiente. Recentemente sono state acquistate due trince per poter pulire le piste tagliafuoco e le strade dei vari comuni. - aggiunge - Questa è una problematica annosa nel nostro entroterra, i paesi ne hanno molto bisogno e speriamo di poterle usare anche sulle strade provinciali dove il manto stradale è malridotto anche per mancanza di manutenzione da parte della Provincia che non ha fondi". 

"Per il futuro continueremo a seguire il solco tracciato negli ultimi anni. Stiamo attuando tutte le procedure per avere un coordinamento di Protezione Civile con volontari pronti a operare su tutti i paesi, determinante in caso di incendi boschivi o disastri naturali che sempre più di frequente colpiscono il nostro territorio. Infine, vigileremo sull'ATO unico per i rifiuti, affinché le esigenze dei piccoli comuni siano salvaguardate, ci sarà un naturale aumento di costi e qualche disagio. Insomma dovremo darci da fare" - ha concluso Francesco Laura. 

Stefano Michero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium