/ Eventi

Eventi | 13 giugno 2021, 12:44

Il Ritmo dei Tamburi a Cornice dei Tammurrianti conclude la stagione ‘20/’21 della Dante Monaco (foto)

Applausi entusiastici per Emidio Ausiello e Michele Maione, con Enzo e Andrea Esposito, in occasione del concerto dell'8 giugno al Théâtre des Variétés

Il Ritmo dei Tamburi a Cornice dei Tammurrianti conclude la stagione ‘20/’21 della Dante Monaco (foto)

Lo Spettacolo dei «Tammurrianti World Project» ha coinvolto e conquistato martedì 8 giugno al Théâtre des Variétés il pubblico della Dante Monaco e le numerose personalità presenti. Applausi entusiastici per Emidio Ausiello, Michele Maione accompagnati da Andrea e Enzo Esposito in una serata che ha coniugato la tradizione dei tamburi a cornice del Centro e Sud d’Italia con la musica elettronica.

Il tamburo a cornice non è un semplice strumento a percussione, ma rappresenta una cultura millenaria che attraversa i luoghi del mondo - ha spiegato introducendo il concerto il percussionista partenopeo Michele Maione - Non c'è paese al mondo infatti che non abbia i suoi tamburi a cornice tipici: dal pandeiro brasiliano, al daf dell'Iran e al bendir marocchino fino ad arrivare alla tammorra e al tamburello, i quali appartengono alla nostra cultura tradizionale. Quello che cerchiamo di fare tramite il nostro progetto didattico legato alla musica, è di tracciare un filo rosso attraverso tutte queste culture e anche attraverso il tempo. Prendiamo in prestito i linguaggi del passato, ma soprattutto ci teniamo a vivere quello che è il presente. Per questo sul palco abbiamo sintetizzatori, strumenti elettrici, insieme agli strumenti antichi come possono essere un mandolino o la tammorra”.

Il Concerto «Tammurrianti World Project» ha degnamente concluso la stagione 2020-2021 della Dante Monaco, che nonostante le limitazioni anti Covid-19 è stata densa di eventi e di ospiti eccellenti. Tra questi il 21 ottobre 2020 si è svolto il concerto «Rinascita» alla presenza di S.A.S. il Principe Alberto di Monaco, in collaborazione con l'Ambasciata d'Italia e l’Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo diretta dal Presidente della Dante, il Maestro Gianluigi Gelmetti, seguito dalla Conferenza di Jacopo Veneziani «Raffaello nascosto» il 30 novembre 2020 per celebrare i 500 anni della scomparsa del grande pittore. Il 6 gennaio 2021 ha avuto luogo il concerto in onore del compositore scomparso da poco, Ennio Morricone diretto da Andrea Albertini insieme all’Ensemble “Le Muse”dal titolo «Ennio Morricone, Genio e Regolatezza» e il 3 febbraio è stato presentato «Il Suono del Vento. L'Arte del Fischio» della fischiatrice melodica Elena Somarè. Al termine di questi eventi, nell’ambito del 700esimo anniversario delle celebrazioni dantesche, il 25 marzo e il 19 maggio 2021, il pubblico ha potuto assistere ai recital concerto « Iter Amoris» e «Aspettando il Paradiso», ideati e interpretati dal grande Pietro Conversano.

Gran finale, dunque, martedì scorso con i Tammurrianti World Project, che hanno mostrato, in un susseguirsi di musiche tumultuose, canzoni d'autore e persino una dolce ninna nanna, le incredibili possibilità tecniche e timbriche delle percussioni, alternando persino più di dieci tamburi a cornice di diverse grandezze e tipologie (vedi foto). Evidenziando anche come nuove alchimie altrettanto inaspettate e innovative possano nascere da rielaborazioni e contaminazioni con altri ritmi: dalla musica tradizionale, al jazz, dalla canzone d’autore, al rap e alla musica elettronica.

Sul palco del Théâtre des Variétés il crescendo di musica suonata, cantata e ballata ha trovato infine il suo acme in una tarantella interpretata in chiave moderna, dove la gestualità e il ritmo hanno coinvolto tutti gli spettatori in un ritmo trascinante ed appassionato.

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium