/ Sport

Sport | 12 giugno 2021, 13:08

Calcio, Sanremese. Gioco, qualità e giovani di talento, l'oro biancazzurro intriga per il futuro

Matteo Andreoletti ha compiuto un lavoro egregio nell'arco degli ultimi cinque mesi, dando ai matuziani un'identità ben definita

La Sanremese esulta dopo la vittoria nel derby contro l'Imperia

La Sanremese esulta dopo la vittoria nel derby contro l'Imperia

La barba e il vocione profondo aiutano a dissimulare, seppur solo in parte, la giovane età di Matteo Andreoletti. A 31 anni da poco compiuti, il tecnico della Sanremese ha saputo costruire in una manciata di settimane un piccolo miracolo, tanto da riportare i matuziani a piedi uniti in piena zona playoff e riaccendendo gli entusiasmi dell'intera piazza ponentina.

Per un gioco del destino l'avventura biancazzurra dell'ex tecnico di Inveruno Seregno, si era aperta proprio nel derby di andata al Ciccione, ma a distanza di cinque mesi e con un focolaio Covid pesantissimo all'interno dell'organico, in pochi avrebbero potuto immaginare che la qualità della manovra offerta potesse raggiungere livelli così elevati.

E' solito dire, infatti, che gli allenatori particolarmente attenti alla qualità del gioco  non siano a proprio agio nel salire su treni ormai lanciati in corsa, invece il grande punto a favore sia di Andreoletti, ma anche del club e della squadra, è di aver remato in un'unica direzione, esaltando grazie a uno spartito comune le qualità di talenti come DemontisPellicanò Convitto, oppure ritrovando giocatori non sempre capaci di trovare continuità di rendimento come  Gagliardi Gemignani. Anche una vecchia volpe dell'area di rigore come Lo Bosco si è messo al servizio dei propri compagni di reparto, battagliando con i centrali imperiesi e offrendo assist per gli inserimenti di esterni e mezz'ali.

Al netto però della singola partita, la sensazione chiara è che questa squadra, confermato il tecnico e rinforzata nei punti giusti, possa davvero poter dire la sua nel prossimo campionato nella rincorsa a un obiettivo importante: indipendentemente dall'esito della volata con LegnanoFolgore Caratese Sestri Levante, la Sanremese ha un'opportunità da non farsi scivolare via dalle mani per iniziare a disegnare un futuro di nuovo entusiasmante.

Lorenzo Tortarolo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium