/ Attualità

Attualità | 11 giugno 2021, 13:20

Imperia, Claudio Scajola annuncia le Vele d'Epoca 2021: "Non farle significa rischiare di far morire la manifestazione" (video)

Scajola ha voluto sgombrare il campo dai dubbi sulla volontà di organizzare la manifestazione, la cui organizzazione risentirà del forte ritardo con cui partiranno, la prossima settimana, gli inviti a yacht club e circoli nautici

Imperia, Claudio Scajola annuncia le Vele d'Epoca 2021: "Non farle significa rischiare di far morire la manifestazione" (video)

Il sindaco di Imperia Claudio Scajola annuncia l'edizione 2021 delle Vele d'Epoca inserite nel programma delle manifestazioni estive dal 2 al 5 settembre. La conferma è arrivata a margine della conferenza stampa sulle manifestazioni estive. Scajola ha voluto sgombrare il campo dai dubbi sulla volontà di organizzare la manifestazione, la cui organizzazione risentirà del forte ritardo con cui partiranno, la prossima settimana, gli inviti a yacht club e circoli nautici.





“Vogliamo fortissimamente fare le Vele d'Epoca, mi interessano poco i problemi, - ha commentato Scajola - l'anno scorso non si sono fatte per le difficoltà dovute al covid, ma non possiamo farle per due anni consecutivi perché correremmo il rischio di vedere morire questa manifestazione”.

Il sindaco mette quindi da parte le polemiche che hanno accompagnato le ultime settimane le vicende legate ad Assonautica, organizzatrice della manifestazione, il cui presidente Enrico Meini aveva prima rassegnato le dimissioni, salvo ritirarle su richiesta proprio del sindaco, che ha confermato la richiesta del passo indietro a Meini proprio per la realizzazione delle Vele.

Sul commissariamento Scajola ha aggiunto: “Si è verificato che non può essere fatto perché non è previsto. L'obiettivo sono le Vele d'Epoca, per cui ho chiesto al presidente Meini di ritirare le sue dimissioni per consentire la partenza degli inviti delle Vele d'Epoca e rinviare a successivo momento la modifica dello statuto necessaria di Assonautica, di cui si occuperanno la Camera di Commercio e Assonautica a livello provinciale e nazionale, e con i rinnovi carica che dovranno essere fatti. Noi non possiamo aspettare, e penso chela cittadinanza condivida questa posizione, che si aggiustano i problemi di carattere burocratico e saltare le Vele d'Epoca”.

Il futuro di Assonautica, compresi i debiti a bilancio, è insomma messo da parte, rinviato a dopo la sfilata delle suggestive imbarcazioni. Per quanto riguarda i fondi Scajola ha annunciato il contributo del Comune, di Carige, della Regione e della Camera di Commercio per un totale di circa 180mila euro.

“Cerchiamo di pensare a questa edizione senza badare al passato, - agggiunge Scajola se gli si chiede la differenza di contributi rispetto agli anni scorsi – gli unici problemi che potrebbero far saltare le Vele sono eventuali problemi di carattere sanitario, che tendere a escludere, o problemi legati al forte ritardo con cui abbiamo fatto partire gli inviti”.

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium