/ Attualità

Attualità | 07 giugno 2021, 23:54

Imperia saluta il coprifuoco illuminando la facciata del Comune, Scajola: "Si riparta con buonsenso e senza aumentare i prezzi" (foto e video)

Per strada, nonostante la pioggia la voglia di uscire ha prevalso e in calata Cuneo, una delle zone della movida, i locali aperti erano al completo

Imperia saluta il coprifuoco illuminando la facciata del Comune, Scajola: "Si riparta con buonsenso e senza aumentare i prezzi" (foto e video)

Imperia saluta il coprifuoco con un countdown davanti al palazzo comunale che alle 23 si è illuminato con la scritta 'ReStart Liguria'. Un'iniziativa della Regione che ha deciso di illuminare le facciate dei quattro capoluoghi di provincia liguri.

A Imperia erano presenti il sindaco Claudio Scajola e un gruppo di fedelissimi tra assessori e consiglieri comunali.

Incomincia un nuovo percorso, - ha dichiarato Scajola ai nostri microfoni - le restrizioni sono sparite, ma non è un liberi tutti. Il pericolo non è ancora scongiurato, quindi vaccinatevi quelli che non l'hanno ancora fatto, e manteniamo tre precauzioni: la mascherina, lavarsi le mani e il distanziamento. Queste manteniamole perché dobbiamo sconfiggere in maniera definitiva questo virus. È importante che si riapra alla vita, speriamo che il tempo ci assista nelle prossime settimane, che ci possa essere una lunga stagione estiva, dobbiamo recuperare quello che abbiamo perso, il più possibile. Con buonsenso ed equilibrio, gli esercizi commerciali offrendo l'accoglienza migliore e senza aumentare i prezzi.

Per strada, nonostante la pioggia la voglia di uscire ha prevalso e in calata Cuneo, una delle zone della movida, i locali aperti erano al completo.

Un conto alla rovescia che ha illuminato anche il palazzo di Regione Liguria in piazza De Ferrari e contemporaneamente il Priamar di Savona e il Castello di San Giorgio alla Spezia e salutare così l’ingresso di tutto il territorio ligure in zona bianca e la riconquistata libertà.

“Un celebrazione sobria – ha commentato il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti ma molto convinta della riacquisizione da parte di tutti noi di un pezzo della nostra libertà. I numeri ci dicono che lo possiamo fare con ragionevole sicurezza, perché da ieri siamo in zona bianca e da oggi siamo ancora più bassi con 12 casi su 100.000 abitanti la settimana su base regionale, quindi molto al di sotto dei campanelli di allarme del rischio. Quindi è giusto che tanti uomini e donne della nostra regione si riapproprino di un pezzo della loro vita. Invito tutti a farlo con grande prudenza e attenzione, perché la libertà riconquistata deve essere trattata ancora meglio della libertà di prima della pandemia, perché è costata fatica e dolore e molto impegno da parte di tanti cittadini, a cominciare dai nostri sanitari che stasera vanno ricordati. Però è una sera che va celebrata perché ci riporta alla vita. E’ una bella sensazione perché tutta questa ripartenza vuol dire soprattutto occupazione, lavoro, possibilità di socialità, vuol dire riaprire le mostre, i teatri e I cinema. Le persone che non devono più fuggire da un ristorante e questo vuol dire che in quel ristorante lavoreranno tante persone, quindi significa occupazione, crescita e riappropriarsi del proprio futuro. Complice una campagna vaccinale che ha fatto la differenza perché questa volta riapriamo nella convinzione di non dover richiudere più. Non sarà più un’estate in cui siamo in balia dei capricci un virus sconosciuto, ma un’estate in cui ogni settimana il 5% della nostra popolazione viene messa in sicurezza e in cui possiamo guardare al futuro con un po’ di ottimismo”.

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium