/ Attualità

Attualità | 23 maggio 2021, 07:30

Imperia, movida 'ordinata' e locali 'sold out' nel primo sabato con il coprifuoco alle 23: un assaggio di normalità e di spensieratezza nonostante il Covid-19 (foto)

Soprattutto a Oneglia, sia nel pomeriggio che la sera, molti i cittadini che tra l’aperitivo delle 18 e la sera a cena hanno deciso di darsi appuntamento nei luoghi cult della città: alle 23 in punto tutti a casa

Imperia, movida 'ordinata' e locali 'sold out' nel primo sabato con il coprifuoco alle 23: un assaggio di normalità e di spensieratezza nonostante il Covid-19 (foto)

Movida 'ordinata' e ristoranti pieni nel primo weekend con il coprifuoco alle 23. A Imperia, soprattutto a Oneglia, ieri sera molti i cittadini che tra l’aperitivo delle 18 e la sera a cena hanno deciso di darsi appuntamento nei luoghi cult della città come piazza De Amicis, piazza Doria e calata Cuneo.

Una buona dose di libertà e di normalità nel primo sabato con un l’allentamento delle restrizioni e nel contempo una boccata d’ossigeno per i ristoratori, e titolari di pubblici esercizi, che così hanno potuto lavorare dopo mesi e mesi di chiusure e limitazioni per via dell’emergenza coronavirus.

Alle 23 in punto, però tutti a casa. I ristoratori hanno rispettato le regole così come i cittadini che qualche minuto prima dell’ 'ora x' hanno liberato i tavoli e si sono diretti presso le proprie abitazioni. Con quest’ora in più poi, i titolari dei locali hanno avuto anche modo di poter lavorare un po’ di più riuscendo anche ad organizzare tre turni per far accomodare, e accontentare, i propri clienti.

Grazie alla musica di Dj Tex, impegnato a suonare in un noto locale di piazza De Amicis, i più giovani hanno potuto trascorrere qualche momento di spensieratezza, ma nessuno si è lasciato andare i balli o performance danzanti. Su questo i titolari dei ristoranti, pub e bar, sono molto attenti e infatti non appena hanno intravisto qualche violazione della normativa anti-covid puntualmente sono intervenuti per evitare non solo di essere sanzionati, ma anche anche per non compromettere la salute dei propri avventori. 

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium