Elezioni comune di Diano Marina

 / Attualità

Attualità | 16 maggio 2021, 07:21

Per la rubrica ‘Verdeacqua’ I Deplasticati ci portano alla scoperta dell’app PlasticFreeGC, nel nome del tecnoattivismo

Progetto nato nel 2019 grazie al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto e Guardia Costiera su mandato del Ministero dell’Ambiente

Per la rubrica ‘Verdeacqua’ I Deplasticati ci portano alla scoperta dell’app PlasticFreeGC, nel nome del tecnoattivismo

La tecnologia dei cellulari lo sappiamo, ci aiuta in ogni ambito della nostra vita, ma ormai da qualche anno è diventata ‘attivista’ a tutti gli effetti anche per la quella del pianeta e infatti oggi vi presentiamo un altro supporto tecnologico utile a chi voglia contribuire alla salvaguardia dell'ambiente, in questo caso di quello marino: dopo l'applicazione anti spreco alimentare ‘Too Good To Go’ della quale abbiamo parlato precedentemente, eccoci ad illustrarvi #PlasticFreeGC.

Questa applicazione fa seguito ad un progetto nato nel luglio del 2019 grazie al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto e Guardia Costiera su mandato del Ministero dell’Ambiente della tutela del Territorio e del Mare per sensibilizzare i cittadini a una maggiore responsabilità e attenzione alle questioni ambientali, promuovere e stimolare comportamenti attivi e virtuosi finalizzati al rispetto e alla conservazione dell'habitat marino, attraverso iniziative di educazione ambientale.

Collegata a questa importante campagna di sensibilizzazione, nel settembre del 2019, viene presentata anche questo innovativo supporto, allo scopo di promuovere una serie di comportamenti mirati a ridurre le microplastiche in mare; il 16 aprile scorso, in una conferenza stampa tenutasi a Sanremo alla presenza del sindaco Alberto Biancheri, della biologa marina Sabina Airoldi e dell'Ammiraglio Giovanni Pettorino, è stata illustrata la nuova funzione che si trova ora all'interno di #PlasticFreeGC, quella degli ‘avvistamenti’: grazie all’accordo operativo sottoscritto da Guardia Costiera e Istituto Tethys Onlus, ognuno di noi ha l'opportunità di segnalare, con il proprio cellulare, la presenza di particolari specie marine, accedendo all'app che ne rileva automaticamente la posizione, geolocalizza le immagini che sono condivise in diretta. Ogni informazione che deriva dalle segnalazioni confluisce presso il Comando generale e poi c’è una verifica di carattere scientifico curata dall'Istituto Tethys Onlus per l'identificazione della specie di appartenenza.

La nuova funzionalità, nata rivolgendosi principalmente a diportisti e cittadini amanti del mare, è estesa anche al personale operativo del Corpo, imbarcato sui mezzi della Guardia Costiera che operano quotidianamente in mare, affinché il più ampio quadro delle informazioni disponibili possa popolare un'unica banca dati per la successiva validazione scientifica. Le evidenze scientifiche elaborate verranno poi condivise con l'intera comunità scientifica e contribuiranno ad arricchire le banche dati in possesso del ministero, costituendo informazioni essenziali per conoscere lo stato di salute dei nostri mari e del loro ecosistema.

Invitiamo tutti coloro che hanno la passione per le gite in barca o per le immersioni ad approfittare di questa interessante opportunità e contribuire in prima  persona, non solo alla condivisione di dati di carattere scientifico, ma anche e soprattutto alla salvaguardia del nostro prezioso mare. Non dimentichiamo infatti che le nostre acque sono una porzione significativa del Santuario dei Cetacei, una zona unica nel suo genere grazie alla presenza massiccia di diverse specie di delfini, balene, balenottere, orche e volatili, che proprio qui da noi trovano un ambiente ideale nel quale vivere e riprodursi.

I Deplasticati

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium