/ Cronaca

Cronaca | 15 maggio 2021, 11:46

Caso dei veicoli con targhe estere condotte dai frontalieri: risolto quello dell'autista Vincenzo Condina

L’uomo era incappato nel nuovo articolo 93 che da un mese si presta a interpretazioni diverse e che ha visto irrorare sanzioni ai lavoratori frontalieri con sequestri dei mezzi da lavoro.

Caso dei veicoli con targhe estere condotte dai frontalieri: risolto quello dell'autista Vincenzo Condina

Si risolve, con il dissequestro di uno dei veicoli bloccati dalla Polizia Stradale, il caso dell’autista privato Vincenzo Condina, che viaggiava in Toscana con un furgone targato francese.

L’uomo era incappato nel nuovo articolo 93 che da un mese  si presta a interpretazioni diverse e che ha visto irrorare sanzioni ai lavoratori frontalieri con sequestri dei mezzi da lavoro. In attesa dei ricorsi in corso e di un pronunciamento del ministero degli interni per una corretta interpretazione.

“Si risolve – sottolinea Roberto Parodi, segretario dell’associazione ‘Frontalieri Autonomi Intemeli’ - almeno questo primo caso viziato da una assurdità interpretativa. Stiamo affrontando una battaglia mettendoci a disposizione dei lavoratori coinvolti contro questa legge sbagliata che li colpisce. Grazie al intervento del nostro legale, Enrico Amalberti, che ha in mano tutti gli altri ricorsi, si è riusciti a dissequestrare il mezzo”.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium