/ Attualità

Attualità | 15 maggio 2021, 07:11

Rezzo, nuova vita per il ponte Napoleonico: sinergia tra Comune e Parco delle Alpi Liguri. Adorno: "Collaborazione proficua per il nostro entroterra" (foto)

L'intervento, finanziato dal Parco con 5 mila euro, ha ristrutturato questa piccola e fondamentale infrastruttura per i cittadini. La prossima settimana invece, partiranno i lavori per la strada e per altri sei ponti comunali. Il sindaco: "Non ci fermiamo"

Rezzo, nuova vita per il ponte Napoleonico: sinergia tra Comune e Parco delle Alpi Liguri. Adorno: "Collaborazione proficua per il nostro entroterra" (foto)

“Quando c'è collaborazione, gli obiettivi si raggiungono sempre e con successo”. Sono parole di soddisfazione quelle pronunciate a Imperia News da Renato Adorno, sindaco di Rezzo, in merito al ripristino del sentiero che collega il piccolo comune dell’alta Valle Arroscia al ponte Napoleonico. 

L’operazione è stata possibile grazie alla sinergia intercorsa tra il Comune e il parco delle Alpi Liguri. Il sentiero, immerso nella natura, è una vera e propria passeggiata nelle bellezze montane che avviene all’ombra del bosco accompagnata dal rumore dell'acqua che scorre poco sotto. La leggenda narra che il ponte fu costruito dalle truppe napoleoniche che attraversarono il territorio di Rezzo, sepellendo, nel grande bosco di faggi, i tesori sottratti ai paesi razziati.

Un percorso per un turismo lento e di prossimità nella "Verde Valle della Giara" che adesso è di nuovo fruibile. “È stato completamente ristrutturato e messo in sicurezza, precisa il sindaco, e aiuterà tutte le persone che dal paese vogliono attraversarlo anche per andare ai laghetti. Ringrazio il parco delle Alpi Liguri per il contributo erogato, cinque mila euro. Noi abbiamo voluto investirli in questo intervento che hanno riguardato anche la pulizia dell’intera area. Lo abbiamo ristrutturato in modo naturalistico, senza l’impiego di cemento, sistemato e creato nuove passerelle per l’attraversamento dei vari rii, e dove era necessario abbiamo anche ricreato degli scalini usando la pietra naturale per rendere il tutto più armonioso”.

L’impegno del Comune, però non finisce qua. La prossima settimana partiranno i lavori di sistemazione della strada che potrà essere percorsa anche dai veicoli e parallelamente anche la messa in sicurezza di altri i ponti.

“Delle somme urgenze pervenute fino ad oggi dal Governo in seguito all’alluvione dell’ottobre scorso- chiosa Adorno- non risultano i fondi per i ponti. Ma noi proseguiamo nell’attività di messa in sicurezza. Adesso ultimiamo la strada e successivamente partiremo con i lavori dei sei ponti. Non ci fermiamo”.

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium