/ Attualità

Attualità | 14 maggio 2021, 20:46

Golfo dianese: verso le 20 è tornata a sgorgare l'acqua ma servono interventi strutturali, i rischi sono elevati

Già ieri si sono registrati problemi, ma la giornata peggiore è stata quella odierna. Si è iniziato con un calo di pressione nella zona di Cervo, dove il Sindaco ha chiuso le scuole, per evitare problemi a studenti e operatori, visto che nei bagni dei plessi non arrivava l’acqua.

Golfo dianese: verso le 20 è tornata a sgorgare l'acqua ma servono interventi strutturali, i rischi sono elevati

E’ tornata poco prima delle 20, a sgorgare l’acqua dai rubinetti del golfo dianese. Un’altra giornata di ‘passione’ per i residenti tra Diano Marina e Cervo (compreso l’entroterra) che da anni sono alle prese con guasti e problemi nella distribuzione del prezioso liquido.

Già ieri si sono registrati problemi, ma la giornata peggiore è stata quella odierna. Si è iniziato con un calo di pressione nella zona di Cervo, dove il Sindaco ha chiuso le scuole, per evitare problemi a studenti e operatori, visto che nei bagni dei plessi non arrivava l’acqua.

Poi i lavori in viale Torino e lo stop totale all’erogazione in tutto il comprensorio. Fin dall’inizio dell’intervento Rivieracqua aveva confermato che i rubinetti sarebbero tornati operativi in serata e così è stato. Anche oggi è stato confermato che serve un intervento definitivo sulle condotte del Roya, perché il rischio di blocchi alle forniture in estate è davvero dietro l’angolo.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium