/ Cronaca

Cronaca | 11 maggio 2021, 11:28

Protesta al Centro Commerciale La Riviera Shopville di Taggia: saracinesche abbassate per chiedere la riapertura nei weekend

Questa mattina tutti negozi hanno aderito alla protesta per chiedere la revoca immediata della chiusura nei giorni festivi e prefestivi dei negozi collocati all'interno dei centri commerciali.

Protesta al Centro Commerciale La Riviera Shopville di Taggia: saracinesche abbassate per chiedere la riapertura nei weekend

Ore 11, si abbassano le saracinesche all'interno del centro commerciale La Riviera Shopville di Arma di Taggia. Questa mattina tutti i negozi hanno aderito alla protesta per chiedere la revoca immediata della chiusura nei giorni festivi e prefestivi dei negozi collocati all'interno dei centri commerciali. Anche lo Spazio Conad, in segno di solidarietà, ha abbassato la serranda all'ingresso. 

L'INTERVISTA ALLA DIRETTRICE DEL CENTRO COMMERCIALE ARIANNA BELLASTRO

La protesta, con lo slogan “Chiudiamo perché vogliamo riaprire” vuole richiamare l’attenzione sulla sicurezza dei centri, parchi e gallerie commerciali che, con l’applicazione di protocolli rigorosi, possono assicurare e garantire piena sicurezza in tema di contagi. Un'iniziativa a carattere nazionale promossa da Confcommercio, ANCD-Conad, Confesercenti, Confimprese, Federdistribuzione e CNCC – Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali.

Le associazioni del commercio caldeggiano: “risposte certe e tempestive, per dare voce ai 780mila lavoratori delle 1300 strutture commerciali integrate presenti su tutto il territorio nazionale, costretti da oltre un anno a vivere in un clima di forte incertezza, aggravato da misure che impediscono appunto a migliaia di attività commerciali di lavorare nei giorni più importanti della settimana in termini di ricavi e fatturato".

"L’impegno del settore si è visto anche nella messa a disposizione volontaria e gratuita di 160 strutture per la creazione di hub vaccinali. - sottolineano - Da inizio emergenza il settore si è impegnato in un dialogo costruttivo con il Governo. Le associazioni del commercio coinvolte auspicano ora di “poter avere dalle istituzioni risposte certe e tempestive, per rimettere in moto un comparto tra i più danneggiati dalla crisi, che continua ad operare solo parzialmente e senza una chiara prospettiva di ripresa” .

In giornata, una delegazione dei vertici delle associazioni del commercio incontrerà a Roma alcuni esponenti politici sulla questione delle riaperture. Intanto arrivano rassicurazioni anche dal Sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri che proprio ieri, sulla questione dei centri commerciali ha detto "Non vedo perchè non debbano riaprire nei weekend". Dichiarazioni che lasciano presumere una riapertura a stretto giro anche per tutte queste attività commerciali. 

Stefano Michero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium