Target con Ilaria Salerno - 09 maggio 2021, 12:21

Target: Azienda Agricola Calvini, passione e tradizione dal 1978

L’accurata attenzione nel lavoro, unita alle caratteristiche del terreno e del clima, conferiscono ai vini Liguri dell’azienda profumi e sapori unici.

Target: Azienda Agricola Calvini, passione e tradizione dal 1978

L’azienda agricola Calvini nasce nel 1978, quando Luigi Calvini e la moglie Mariagiovanna fondano la loro cantina e avviano la produzione di vini nazionali. Verso la metà degli anni Novanta, il figlio Luca prende in conduzione il vigneto di famiglia a Ceriana, estirpando le vecchie varietà e reimpiantando il Pigato; poco dopo s’incrementa notevolmente la superficie a vigneto rilevando al Poggio di Sanremo un grande appezzamento di Vermentino.

Il titolare oggi è affiancato dalla moglie Claudia e dalle figlie, Ilaria ed Elena, che, oltre ad aiutare i genitori nella loro azienda, gestiscono i profili social per rimanere sempre al passo con i tempi.

La produzione, curata in maniera certosina, porta negli anni oltre sessanta riconoscimenti a livello nazionale e internazionale nei vari concorsi enologici. Primi tra tutti i due oscar alla Douja d’Or di Asti e non da meno, la Gran Medaglia di Cangrande come Benemeriti della Viticoltura. Premi che non solo certificano la qualità dei prodotti dell’azienda ma che aiutano a superare le difficoltà del periodo di paura e incertezza che stiamo vivendo.

Grazie ad apparecchiature che con il tempo si sono modernizzate sempre di più e a conoscenze superiori a quelle del passato, i titolari della cantina Calvini riescono ad estrarre aromi sempre più variegati e ad avere una materia di prima qualità.

I vini prodotti nell’azienda agricola Calvini sono molti ma i più richiesti rimangono sicuramente il Vermentino, il Pigato che ha portato numerosi rinascimenti come le due medaglie d’oro al concorso internazionale dei vini di montagna e il Moscatello di Taggia che è il più giovane di produzione ma il più vecchio per quanto riguarda la storia. Erano infatti quasi cinquecento anni che non si produceva più questa varietà di vino nell’estremo Ponente Ligure. Grazie all’impegno di Luca Calvini e di una ristretta cerchia di produttori, i vitigni del Moscatello di Taggia sono stati recuperati e oggi la produzione continua a gonfie vele.

Ilaria Salerno


Vuoi segnalare aziende e persone che contano in provincia di Imperia?
Mandaci una mail a eventi@morenews.it con le indicazioni. Il responsabile di Target, la rubrica che valorizza le aziende e le persone che contano in provincia di Imperia, valuterà i tuoi suggerimenti per i prossimi reportage.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU