/ Attualità

Attualità | 04 maggio 2021, 13:51

Sanremo: un rinnovato concetto di campagna al centro del nuovo PUC che andrà in consiglio comunale entro metà maggio

Oggi la votazione in seconda commissione, gli emendamenti saranno poi discussi in consiglio

Le alture di Sanremo saranno protagoniste di un grande cambiamento con il nuovo PUC

Le alture di Sanremo saranno protagoniste di un grande cambiamento con il nuovo PUC

Dopo la prima ‘puntata’ di ieri, questa mattina la seconda commissione si è nuovamente riunita per l’articolata discussione sul PUC, il documento che di fatto disegna la Sanremo del futuro.
All’attenzione della seconda commissione, oggi, la lettura di alcuni emendamenti che saranno poi discussi e votati in consiglio comunale. Si tratta principalmente della correzione si alcuni refusi sulle norme di conformità e disciplina paesistica. 

La riunione è stata aperta dall’intervento dell’assessore ai Lavori Pubblici, Massimo Donzella: “Ieri abbiamo veramente discusso in modo sereno, con un conarono aperto, intelligente, approfondito, finalizzato alla visione della nostra città in un futuro che sia rispettoso e riconosca la storia, il rango, il fascino e la bellezza della nostra città. Da parte dei commissari sono arrivate delle proposte riguardo alla serre, la rigenerazione urbana, la possibilità di migliorare certe zone, favorire possibilità di crescita, ne abbiamo parlato con i commissari e saranno oggetto di un immediato lavoro da parte degli uffici e della parte politica per ottenere i risultati che sono importanti. Oggi saranno presentati alcuni emendamenti in quanto ci sono arrivati dagli ordini professionali, in particolare dall’Ordine dei Geometri, alcune modifiche di refusi che erano presenti e quindi non rendevano coerente e uniforme la disciplina presente nelle norme di conformità e puntuale e di adeguamento alle modifiche normative che ci sono state di recente da parte della Regione. Ad esempio: con la ristrutturazione sarà possibile andare a modificare la sagoma delle costruzioni, senza una ricostruzione fedele, si potrà anche spostare il sedime e fare una serie di interventi migliorativi sia estetici che funzionali. Sono modifiche puntuali ma che rendono coerente e uniforme il documento che porteremo in consiglio”.

Potevamo anche dire che lo avremmo fatto più avanti - ha aggiunto l’assessore Donzella - ma siccome la necessità del territorio è di procedere nel minor tempo possibile, noi vogliamo portarlo in consiglio comunale entro metà maggio e lo vogliamo portare in modo che sia il più definito possibile”.
In discussione anche l’inserimento del ‘piano casa’ all’interno del PUC con particolare riferimento a un nuovo concetto di campagna che, come ha spiegato l’architetto Maurizio Tomazzoni durante la riunione: “Per essere presidiata non deve più reggersi sull’agricoltore”.

Il ‘piano casa’ nella sostituzione edilizia che prevede ampliamenti e accorpamenti, attualmente con gli aggiornamenti concordati con la Regione si possono fare gli ampliamenti del 20% senza consumo di indici, come amministrazione riteniamo che sia imprescindibile a favore della collettività, dobbiamo avere un patrimonio edilizio che sia riqualificato - ha dichiarato l’assessore Donzella in merito - in oggi ci sono scelte e la riqualificazione si può fare solo con la demolizione e la ricostruzione. Proporremo la variante perché sia possibile un incremento del 35% dei volumi esistenti perché con questa cifra abbiamo i cittadini che possono fare un investimento economico, con il 20% possono anche non farlo. Questo è un impegno dell’amministrazione che sarà fatto immediatamente dopo

Al termine della discussione la delibera è stata votata favorevolmente con il ‘sì’ della maggioranza, l’astensione di Lega e Liguria Popolare e l’uscita dall’aula di Forza Italia e M5S. L’emendamento, invece, è stato recepito dalla commissione ma sarà discusso e votato in consiglio comunale.

Auspico che la delibera venga adottata al più presto dal consiglio comunale - ha commentato al termine della riunione il presidente Umberto Bellini - in commissione abbiamo lavorato molto bene con il contributo positivo di tutti i commissari delle parti politiche. Complimenti anche all’iniziativa dell’assessore Donzella e dei suoi collaboratori. Grazie all’ingegner Miceli, agli architetti Daldoss e Tomazzoni e al geometra Moraldo”.

Pietro Zampedroni

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium