/ Cronaca

Cronaca | 03 maggio 2021, 12:06

Buona la prima per il trasporto misto ferrovia-pullman, oggi tra Limone Piemonte e Ventimiglia

Sicuramente una data storica quella odierna, anche se ovviamente serviranno ancora investimenti e interventi importanti, per fare in modo che la ferrovia torni a servire completamente il tratto Piemonte-Liguria attraverso la Francia e, altrettanto venga fatto per quel che concerne la strada statale 20 del Colle di Tenda.

Buona la prima per il trasporto misto ferrovia-pullman, oggi tra Limone Piemonte e Ventimiglia

Ha funzionato regolarmente, questa mattina, il servizio di trasporto tra Limone Piemonte e Ventimiglia (e viceversa), che è tornato a servire la Val Roya tra il Piemonte e la Liguria, dopo mesi di attesa devastati dalla tempesta ‘Alex’ che, nell’ottobre scorso aveva distrutto strade, parti di linea ferrata e, soprattutto, fatto letteralmente crollare il colle, sotto il tunnel del Tenda.

Sicuramente una data storica quella odierna, anche se ovviamente serviranno ancora investimenti e interventi importanti, per fare in modo che la ferrovia torni a servire completamente il tratto Piemonte-Liguria attraverso la Francia e, altrettanto venga fatto per quel che concerne la strada statale 20 del Colle di Tenda.

Da oggi è scattato un servizio che unisce le due vie di comunicazione. Il treno, infatti, parte da Limone Piemonte e arriva a Breil, in territorio francese, dove i passeggeri devono scendere e utilizzare il pullman per poter attraversare il confine di Stato e arrivare fino a Ventimiglia. Ovviamente esiste anche il viaggio inverso, che porta i liguri fino alla stazione transalpina e, da qui possono prendere il treno che li porta in Piemonte.

Un primo passo che arriva al termine di mesi di duro lavoro per la Sncf, la società che gestisce il trasporto su strada ferrata in Francia e di collaborazione con Rfi, la società italiana. A questi si aggiunge la Riviera Trasporti (per conto di Trenitalia), che si occupa del servizio sui pullman. Un primo passo, importante ma non definitivo, per far tornare a vivere la Val Roya e non solo: il comparto economico, turistico e commerciale delle regioni Liguria e Piemonte attendono con ansia il ripristino degli scambi attraverso la valle e, sicuramente, la giornata odierna potrà fare da viatico per l’esdtate ormai imminente.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium