/ Eventi

Eventi | 16 aprile 2021, 08:50

“Lectio Divina”, approfondimento del settimo comandamento con Monsignor Suetta

“Lectio Divina”, approfondimento del settimo comandamento con Monsignor Suetta

Continua la diffusione delle lectio del vescovo Antonio Suetta attraverso il sito diocesano, ma con un cambio di “location”, come si usa dire nel gergo Youtube. La registrazione della meditazione di questa volta è stata proposta dalla cripta della cattedrale di Ventimiglia Alta, per rimarcare l’inizio del tempo cristiano, che stiamo vivendo con la Pasqua e che vede nella testimonianza dei primi cristiani la tradizione viva della Chiesa arrivata fino a noi.

La meditazione del mese verte sul settimo comandamento: non rubare. «O, per dirla con fedeltà al testo biblico: non ruberai - come precisa subito monsignor Suetta - non rapirai, non rapinerai», perché sempre il riferimento della legge di Dio è verso anzitutto la persona e poi per le cose, che sono necessarie al suo sostentamento».

Questo comandamento è collegato, a grappolo, agli altri, in quella che è poi la più importante indicazione del decalogo: permettere al popolo di Israele di mantenere la sua libertà.

«Abbiamo già ricordato - prosegue il vescovo Suetta - nel cammino di quest’anno, come per Dio sia stato più facile liberare il popolo dall’Egitto piuttosto che togliere l’Egitto dal cuore del popolo, come la ricaduta nell’idolatria evidenzia purtroppo subito».

Tutte le leggi divine spronano ad allontanare ciò che rimette l’uomo in catene: per questo la bramosia di possesso è un peri- colo costante di indirizzare l’adorazione del proprio cuore verso le creature e le loro proprietà: «Come ci ricorda il profeta Amos - conclude monsignor Suetta - la legge di Israele condanna senza appello la malizia degli atteggiamenti contro questo comandamento: vi è un confronto tra due logiche, quella della schiavitù che si riconduce al peccato e quella della gravità che si riconduce alla Provvidenza di Dio».

 


Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium