/ Politica

Politica | 15 aprile 2021, 11:46

Forza Italia in provincia di Imperia, intervista al commissario provinciale Baggioli: “Sintonia, confronto e condivisione”

Il punto a poco più di un anno dalla nomina

Simone Baggioli con il sottosegretario alla Difesa, Giorgio Mulè

Simone Baggioli con il sottosegretario alla Difesa, Giorgio Mulè

A poco più di un anno dalla nomina è tempo di primi bilanci per il coordinatore provinciale di Forza Italia, Simone Baggioli.
In una lunga intervista il consigliere comunale di Sanremo e referente imperiese del partito si racconta e fa il punto sui molti temi che hanno interessato il territorio e il partito negli ultimi 12 mesi e non solo.

È trascorso poco più di un anno dalla sua nomina, tra pandemia e lockdown, ci racconti questa sua prima esperienza da Commissario Provinciale
Mi ricordo ancora la telefonata di Claudio Scajola, punto di riferimento politico e amministrativo della nostra Provincia, persona che stimo moltissimo, mi disse di rimboccarmi le maniche e, centimetro dopo centimetro, ricostruire un Gruppo coeso e moderato. Ho immediatamente conosciuto Carlo Bagnasco, Coordinatore Regionale del nostro Partito, con il quale abbiamo condiviso la linea politica dell’inclusione, proponendo un’attività diversa dal passato, più fondata sul gioco di squadra che sull’individualismo. Ho trovato una situazione davvero complicata, un Partito in Provincia di Imperia disgregato con solo 3 Adesioni a comprova della superficiale e maldestra gestione dei precedenti referenti comunali e provinciale. Da li a poco il Covid-19, la pandemia e il lockdown con il conseguente impatto negativo sull’economia nazionale e locale. Nonostante tutto questo, con l’entusiasmo del primo giorno di scuola, ho iniziato, e ancora oggi continuo, ad implementare il Gruppo, usando il metodo meritocratico facendo una politica territoriale diversa, vicina ai nostri cittadini, alle nostre Famiglie e alle nostre Attività Produttive”.

In questi ultimi giorni ci sono state nuove nomine e visite istituzionali e molte novità nel suo partito. Potremmo dire, un partito in evoluzione?
Come le dicevo, non ho mai sospeso l’attività di inclusione anzi, ho sempre tentato di dare al Gruppo, condividendo e confrontandomi con loro, quel giusto pizzico di novità tale da non cadere nella monotonia. E poi, oggi, Forza Italia è al Governo, un Governo diverso al passato, nato per sconfiggere gli effetti negativi della pandemia sull’economia non dimenticando la necessita di implementare le vaccinazioni e l’aiuto economico a quelle attività produttive colpite pesantemente da questa emergenza sanitaria. In Provincia abbiamo un referente nazionale che ricopre il ruolo di Sottosegretario alla Difesa, l’On. Giorgio Mulè, un amico capace e preparato con il quale abbiamo fatto molte battaglie ed il suo impegno, nel nostro territorio, è pressoché quotidiano. E’ stato qui da noi domenica, lunedì e martedì e si è impegnato, su più fronti, a dare quell’aiuto necessario ad uscire da un tunnel che oramai dura da oltre un anno, un vero sostegno alle nostre Famiglie e Imprese, insomma, come qualcuno dei nostri dice soventemente, un Cittadino Onorario della nostra terra”.

Parliamo delle nuove nomine in provincia.
Immagino che il suo interesse sia su quelle degli ultimi giorni. Be’, che dire. Abbiamo condiviso, in totale sintonia con Carlo Bagnasco, di promuovere chi alle scorse regionali ha dato un contributo alla causa raggiungendo un nuovo record di consenso elettorale in Provincia di poco superiore al 9%. Gabriele Amarella e Marco Agosta, già Commissari Cittadini a Ventimiglia sono stati da me nominati rispettivamente Responsabile provinciale Enti Locali e Vice Commissario Provinciale. A Ventimiglia è entrato Franco Ventrella che ho nominato quale unico Commissario Cittadino. Ma non dimentichiamoci anche di Roberto Pecchinino, neo Coordinatore Provinciale Seniores appena scelto per il suo senso di appartenenza e spirito di squadra, condiviso con Beppe Costa, Coordinatore Regionale Seniores. I nuovi asset organizzativi, condivisi con le nostre Donne e Uomini che animano il nostro Gruppo, sono la diretta conseguenza di una giusta dose di meritocrazia nei confronti di soggetti che vivono quotidianamente il nostro Territorio, con poche parole ma molti atti concreti a favore dei nostri concittadini”.

E i rapporti con il suo coordinatore regionale Carlo Bagnasco?
Ci sentiamo quasi quotidianamente, anche più volte al giorno. Ci siamo visti recentemente. Ultimamente siamo molto in sintonia, ci accomuna una linea politica che accentra lo spirito di squadra, la meritocrazia. Il confronto e la condivisione sulle nomine proposte dal nostro territorio imperiese ne sono la prova. A Carlo ho chiesto maggiori ruoli di Responsabilità e premi allo spirito di squadra, sia che questi siano amministrativi sia ruoli all’interno del Partito, a coloro i quali che, scelti insieme, con poche parole ed in maniera leale e con atti concreti, abbiano dimostrato le qualità fondanti del nostro movimento politico di Forza Italia. Anche il Tesseramento è un fattore rilevante. Come ho detto, siamo passati da 3 Adesioni a qualche centinaio in un anno molto particolare ma c’è ancora molto da fare. Al momento i tesserati si concentrano su Imperia, Sanremo e Ventimiglia. C’è molto da lavorare sulla Provincia e sono certo che l’entusiasmo e lo spirito di squadra siano gli ingredienti giusti per la crescita del nostro Gruppo”.

I rapporti con gli altri amministratori e referenti di partito?
“Non nascondo di essere molto amico di Marco Melgrati, commissario provinciale di Savona e Sindaco di Alassio, che sta lavorando molto bene per il suo territorio con energia, impegno e soprattutto molto consenso da parte dei suoi concittadini. Ho ottimi rapporti con Beppe Costa, con Filippo Bistolfi, con Lionetti e ho avuto modo di confrontarmi più volte con Claudio Muzio, capogruppo Forza Italia in Regione Liguria. Ma anche al di fuori del mio Partito  ho ottimi rapporti con il Deputato della Lega Flavio di Muro, vari Sindaci tra cui Vittorio Ingenito che presto avrò modo di incontrare personalmente. Anche con Biancheri, che oggi vanta un consenso popolare forse ai minimi storici, ho un buon rapporto e tento, con la mia Vice Capo Gruppo in Consiglio Patrizia Badino e con il Commissario Cittadino sanremese Dino Sandiano, di lavorare a favore della Città, con impegno e professionalità. Ho ricevuto, in quest’ultimo periodo, molti attestati di stima non ultimo, qualche giorno fa, anche da parte di un alto esponente di associazione di categoria. Insomma l’entusiasmo non manca e la voglia di fare è ben insita nel mio dna”.

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium