/ Economia

Economia | 11 luglio 2019, 07:00

Lo scandalo nella partita tra Cadice e Valencia per i presunti insulti razzisti di Juan Cala verso Mouctar Diakhaby ha fatto il giro del mondo

Come previsto, l'allenatore del Merengue è stato schietto dopo i presunti insulti razzisti a Diakhaby

Lo scandalo nella partita tra Cadice e Valencia per i presunti insulti razzisti di Juan Cala verso Mouctar Diakhaby ha fatto il giro del mondo

Come previsto, l'allenatore del Merengue è stato schietto dopo i presunti insulti razzisti a Diakhaby e, poche ore prima di affrontare il Liverpool per i quarti di finale di Champions League, ha sostenuto la sua squadra contro le critiche che hanno ricevuto negli ultimi tempi.

Lo scandalo nella partita tra Cadice e Valencia per i presunti insulti razzisti di Juan Cala verso Mouctar Diakhaby ha fatto il giro del mondo. E nella conferenza stampa prima dell'andata dei quarti di finale di Champions League contro il Liverpool, Zinedine Zidane è stato schietto su questi atti discriminatori: "Sul tema del razzismo, tolleranza zero. Non so esattamente cosa stia succedendo, ma posso dire quello che sento. Prima di tutto, c'è il rispetto per l'individuo. Quando si tratta di razzismo, tolleranza zero", ha detto Zidane, esprimendo il suo ripudio di questo problema che colpisce anche il calcio mondiale.

"Sono cose serie, ma non so cosa sia successo perché non ero in campo. Dobbiamo avere tolleranza zero, ma non solo per le parole, ma a tutti i livelli. Ciò che ci rende migliori è la miscela", ha detto l'allenatore della squadra bianca.

Ricordiamo che la partita tra Cadice e Valencia è stata interrotta al 30° minuto dopo che Mouctar Diakhaby, un difensore ospite, ha ricevuto un insulto razzista dal giocatore del Cadice Cala: "Negro di m---a". Entrambi i giocatori si sono subito messi a discutere e hanno dovuto essere separati sia dai compagni di squadra che dai rivali.

Diakhaby, molto colpito e arrabbiato, ha parlato per alcuni secondi con l'arbitro prima di lasciare il campo, una decisione che è stata assecondata dai suoi compagni di squadra del Valencia che lo hanno seguito. I giocatori del Cadice, infine, hanno deciso di fare lo stesso.

Dopo un quarto d'ora circa, i giocatori della squadra andalusa cominciano a lasciare lo spogliatoio per rientrare in campo, cosa che ha fatto anche la squadra ospite. Né Cala né Diakhaby erano tra loro, entrambi sostituiti dai rispettivi allenatori.

Per quanto riguarda lo scontro contro il Liverpool di oggi, Zizou ha osservato che il Real è stato "sottovalutato" e ha avuto la responsabilità di dover dimostrare che "nulla è perduto". Nonostante le critiche, il Real Madrid rimane favorito nelle scommesse e ci si aspetta che continui con buoni risultati.

"Credo che il Real Madrid sia stato sottovalutato. Ho molta fiducia nella mia squadra e so quello che potrebbe fare. Ma non possiamo cambiare le cose. Possiamo solo lavorare giorno per giorno. Non diamo mai le cose per perse finché c'è vita. Lotteremo per tutto. Abbiamo avuto momenti complicati, ora siamo meglio ma non significa nulla", ha detto Zidane in conferenza stampa.

"Per il Madrid è una finale, solo andata e ritorno di eliminazione. Sappiamo che sono 180 minuti o un poco di più, ma per noi la cosa più importante è la partita. Tutti i giocatori che sono qui sanno giocare e si sono guadagnati il diritto di giocare per questo grande club.

Tutti capiscono il gioco di Karim (Benzema) molto bene, e Karim conosce la sua squadra. Questo è quello che succede in campo. C'è molta chimica", ha detto il francese, che ha anche elogiato la squadra inglese. "Il Liverpool è una squadra molto completa. I tre attaccanti sono molto buoni e sono molto efficaci.”

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium