/ Eventi

Eventi | 03 aprile 2021, 11:21

Lo Studiolo ha realizzato un’edizione del manoscritto sanremasco: è uscito il ‘Codice Giribaldi’ in pregevole volume

Da più di un anno l’Accademia della Pigna aveva avviato una sottoscrizione per acquisire l’originale del prezioso documento, un volume di circa 200 pagine

Lo Studiolo ha realizzato un’edizione del manoscritto sanremasco: è  uscito il ‘Codice Giribaldi’ in pregevole volume

Da qualche giorno è disponibile l’edizione a stampa del manoscritto di cultura sanremasca realizzato a fine anni Cinquanta dallo storico e calligrafo Giovanni Giribaldi.

Da più di un anno l’Accademia della Pigna aveva avviato una sottoscrizione per acquisire l’originale del prezioso documento, un volume di circa 200 pagine comprendente poesie dialettali di Gin De Stefani, Vincenzo Jacono, Stevìn e Antonio Rubino, il celebre artista di cui nel volume sono inseriti anche alcuni disegni a china del tutto inediti. Tra i testi poetici che compongono questa antologia d’autore troviamo “I Ciapéti di Veji” di Jacono e De Stefani, completi, l’Ave Maria sanremasca di Antonio Rubino o l’episodio di Capitan Bresca tratta dalla “Storia de Sanremu diiti da Bacì Süssatapi” ancora di Jacono.

A chiusura del manoscritto è presente anche un ricco elenco di “nümerate” sanremasche, ovvero soprannomi di famiglia e personali, spesso molto coloriti. Il lavoro di trascrizione era anonimo, e ci sono volute alcuni mesi di studi e ricerche per poterlo attribuire al ragioniere Giovanni Giribaldi (scomparso nel 2000), impiegato dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nonché appassionato storico e cultore di memorie locali, attività per la quale era stato insignito nel 1986 del Premio San Romolo per la Cultura.

La sottoscrizione, a cui hanno aderito Accademici della Pigna, soci e amici dell’associazione promotrice, ma anche il Rotary Club Sanremo 1932, ha avuto buon esito e da pochi mesi il “Codice Giribaldi” (così è stato ribattezzato) è in possesso della Piccola Biblioteca della Pigna che ne ha affidato la realizzazione di un’edizione anastatica alle edizioni Lo Studiolo. Il Codice Giribaldi ha visto così una nuova vita, e viene messo a disposizione di coloro che amato la cultura locale: grande formato, copertina cartonata, rilegato a filo, il volume interamente a colori riproduce tutte le pagine del testo originale con gli aggrazziati caratteri e capilettere ed è completato da tre testi introduttivi curati da tre studiosi dell’Accademia: Freddy Colt introduce la figura dell’amanuense del XX secolo, Federica Flore commenta i disegni inediti di Rubino e Fabio Barricalla ha redatto una nota al testo letterario.

Tirato in sole 100 copie numerate, molte di esse sono già state prenotate dai sottoscrittori, mentre alcune sono ancora disponibili e chi fosse interessato ad averne una può rivolgersi alla Libreria antiquaria La Fenice di piazza Muccioli oppure all’Accademia di Piazza del Capitolo. Si può anche scrivere all’editore: informazioni@studioloedizioni.com

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium