/ Politica

Politica | 02 aprile 2021, 14:21

Troppi disagi per gli utenti delle banche, Fisac Cgil chiedono un cambio di passo

L'organizzazione sindacale chiede di dare precedenza a chi effettivamente ha delle impellenze e tralasciare invece gli appuntamenti per attività commerciali

Troppi disagi per gli utenti delle banche, Fisac Cgil chiedono un cambio di passo

"Come Sindacato di categoria dei bancari in data odierna abbiamo scritto al Prefetto per evidenziare il comportamento, a nostro avviso sbagliato, delle Banche che invitano i colleghi a fissare appuntamenti per attività commerciali sicuramente derogabili occupando quindi i posti per i clienti che hanno necessità impellenti legate al malfunzionamento di bancomat, banche online bloccate o per effettuare dei pagamenti indifferibili e/o delle operazioni improrogabili o anche per effettuare disposizioni altrimenti non possibili con altri strumenti. Questo rischia inoltre di creare assembramenti al di fuori degli sportelli con maggiore affluenza di pubblico".

A evidenziare le problematiche che incontrano gli utenti delle banche è il sindacato della FISAC CGIL di Imperia. "Già in questi anni - si spiega nella nota - il numero dei dipendenti del settore è calato inesorabilmente e purtroppo non sempre il servizio che eroghiamo è allineato alle attese dei clienti. In questa fase sarebbe importante che l’attività delle agenzie fosse focalizzata al servizio riconosciuto come attività di pubblica utilità e non solo ed esclusivamente per attività di natura commerciale. Noi dipendenti siamo disponibili a dare tutto il supporto alla clientela ma se messi in condizioni di farlo in sicurezza e con gli strumenti opportuni. Chiediamo quindi alle autorità preposte che ci aiutino a far cambiare almeno in parte le modalità di erogazione del servizio e che questo torni ad essere davvero al servizio dei cittadini e del paese".

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium