Leggi tutte le notizie di 2 CIAPETTI CON FEDERICO ›

Cronaca | 15 marzo 2021, 07:11

A ‘2 ciapetti con Federico’ lo sfogo di un infermiere che non si vuole vaccinare: “Non siamo untori e neanche No Vax”

“I commenti letti e condivisi in questi giorni ci hanno davvero ferito – ha detto l’infermiere - specialmente dopo l’impegno che ci ha visti chiamati in prima linea nell’ultimo anno per la lotta al Covid”.

A ‘2 ciapetti con Federico’ lo sfogo di un infermiere che non si vuole vaccinare: “Non siamo untori e neanche No Vax”

Non siamo untori e neanche No Vax”. Inizia così lo sfogo di un infermiere, che lasceremo anonimo, in seguito alle polemiche sollevate negli ultimi giorni nei confronti degli operatori sanitari che non si sono vaccinati e a poche ore dalle parole del Presidente della Regione Giovanni Toti che ha dichiarato di star valutando una legge per renderlo obbligatorio. Un’intervista rilasciata a ‘2 ciapetti con Federico’ che per una volta, vista la delicatezza dell’argomento, cambia formula da video a testo scritto.

La mia e quella di altri operatori sanitari è stata una decisione ponderata e presa senza alcuna superficialità – ha raccontato l’infermiere – I commenti letti e condivisi in questi giorni ci hanno davvero ferito, specialmente dopo l’impegno che ci ha visti chiamati in prima linea nell’ultimo anno per la lotta al Covid. Non siamo degli untori, e definirci così è irrispettoso. La nostra scelta di non vaccinarsi, supportata da perplessità sollevate a livello nazionale da importanti personalità mediche, è legata al modo in cui il vaccino, diverso da quelli tradizionali, va ad intervenire sul proprio fisico. Non siamo infatti assolutamente dei ‘No Vax’, tanto da esserci sottoposti da sempre ai vaccini obbligatori e non. La comunità scientifica non è inoltre del tutto unanime sull'efficacia di questo vaccino, che non ha avuto il tempo sufficiente per essere testato nella sua efficacia anche per escludere l'eventualità che possa non coprire del tutto dai rischi di contagio. Così facendo non mettiamo in pericolo i nostri pazienti, ma anzi siamo noi stessi ad accettare un rischio maggiore continuando a lavorare in corsia nei reparti Covid a stretto contatto con le persone già positive. Dopo averci definiti degli ‘angeli’ ora veniamo additati in questa maniera, senza considerare che ci sono tantissime professioni che, pur non operando direttamente negli ospedali, hanno i nostri stessi contatti. Come noi rispettiamo chi ha deciso di vaccinarsi, chiediamo il medesimo rispetto verso la nostra scelta, quindi noi non giudichiamo e non vogliamo essere giudicati”.

Potete commentare questa notizia direttamente sulla pagina Facebook "2 ciapetti con Federico", dopo aver messo Mi Piace per ricevere anticipazioni e aggiornamenti: https://www.facebook.com/2ciapetticonFederico 

"2 ciapetti con Federico" ha anche un suo profilo Instagram https://www.instagram.com/2ciapetticonfederico/?hl=it 

Federico Marchi


Iscriviti alla chat WhatsApp dedicata alla nostra rubrica di approfondimento settimanale.
Ogni martedì alle ore 21.00 sarà online la rubrica “2 ciapetti con Federico” condotta da Federico Marchi. Per rimanere informati sugli ospiti, sulle tematiche trattate e per intervenire con le vostre domande in diretta, potete iscrivervi al nostro servizio gratuito. Come fare?
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 095 4317
- inviare un messaggio con il testo CIAPETTI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP SANREMO sempre al numero 0039 348 095 4317.

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

martedì 20 aprile
lunedì 19 aprile
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium