Leggi tutte le notizie di IL PUNTO DI CLAUDIO PORCHIA ›

Cronaca | 04 marzo 2021, 12:52

Sanremo: in giro senza mascherina e contro i ristoranti che fanno servizio mensa, multato dalla Municipale

Intanto, dopo la protesta di via Corradi alcuni manifestanti hanno inveito contro la Municipale. Non sono da escludere denunce e nuove multe

Sanremo: in giro senza mascherina e contro i ristoranti che fanno servizio mensa, multato dalla Municipale

Fino allo scorso anno il Festival di Sanremo era un vero e proprio ‘happening’ con la città dei fiori che accoglieva migliaia di persone, tra le quali anche personaggi che, agli angoli del centro, si esibivano in piccoli spettacoli. Ma anche altri che, travestiti da Vip, giravano per la città alla ricerca di qualche momento di gloria. C’erano anche i contestatori, quelli che si scagliavano contro il Festival e, anche in questo caso, sfruttavano la grande vetrina per proporsi al pubblico nazionale e internazionale.

Una città festosa che faceva da corollario ad una grande manifestazione. Quest’anno, purtroppo, il Covid l’ha cambiata e a Sanremo sono arrivati altri contestatori. Oltre alla pacifica e autorizzata manifestazione dell’associazione fieristi (con il supporto di Movimento Imprese Italiane, IoApro e Coemm-Clemm), si sono registrati alcuni episodi nelle ultime due serate che, documentati con dirette sui social, hanno visto protagoniste alcune persone tra locali e scontri ‘verbali’ con le forze dell’ordine.

Andiamo con ordine e partiamo da ieri pomeriggio quando un uomo ha ‘acceso’ il proprio cellulare sui social con una diretta Facebook durata circa un’ora e mezza e, nella quale si è proposto senza mascherina, transitando più volte davanti a Polizia, Carabinieri e agenti della Municipale. Invitato più volte a indossare la mascherina, l’autore della diretta si è sempre giustificato dicendo che la Legge non prevede l’uso del dispositivo di protezione, in caso di distanziamento sociale.

Gli agenti gli hanno fatto notare più volte che la Legge, invece, prevede che in zone pubbliche la mascherina va comunque indossata e, alle fine dopo una gestione del caso portata avanti con la massima professionalità, è scattata da parte degli agenti la multa da 400 euro (280 se pagata entro 5 giorni). Sempre martedì sera, lo stesso ha riacceso la diretta (sempre senza mascherina), entrando in un locale sul mare che aveva all’interno alcuni dipendenti Rai, che serviva al ristorante con la formula (regolarmente richiesta) del servizio mensa.

L’uomo, risultato poi essere residente a Taggia, ha inveito contro i titolari del ristorante, adducendo discriminazioni tra locali e accusandoli di avere un trattamento ‘speciale’ da parte del comune, al contrario di altri che non potevano aprire. Non sono mancate, nel video realizzato, anche accuse al Comune di Sanremo e alle Istituzioni in generale. Ricordiamo che, circa 25 locali di Sanremo hanno espressamente fatto richiesta del servizio mensa previsto dalle normative e che stanno svolgendo regolarmente.

Si è poi passati a ieri sera quando, come documentato dal nostro giornale, un locale di via Corradi ha deciso di protestare, tenendo aperto dopo le 18, orario di chiusura previsto. Attorno al locale si è creato rapidamente un capannello di persone che ha inneggiato al titolare e inveito contro le forze dell’ordine. Cori da stadio a favore di alcuni agenti che, secondo i manifestanti, avrebbero addirittura contribuito al pagamento delle multe elevate.

Purtroppo, però, la protesta è in alcuni casi degenerata. Sono infatti volati insulti nei confronti di alcuni agenti della Polizia Municipale e, quasi sicuramente, nelle prossime ore scatteranno sanzioni e multe nei confronti di chi (ed erano molti come documentato dalle immagini sui social) era senza mascherina e ha insultato gli agenti. Momenti difficili, quindi, di questo Festival diverso anche nelle strade della città di Sanremo.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

sabato 10 aprile
venerdì 09 aprile
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium