/ Attualità

Attualità | 03 marzo 2021, 12:47

Sanremo: tra rabbia, sconforto e amarezza, bar e ristoranti chiusi da domani "Assurdo deciderlo all'ultimo" (Video)

Che cosa cambierà da domani per queste attività? Solo servizio da asporto o delivery, per molti vuol dire chiudere e ritrovarsi con frigoriferi e dispense pieni dall'oggi al domani.

Sanremo: tra rabbia, sconforto e amarezza, bar e ristoranti chiusi da domani "Assurdo deciderlo all'ultimo" (Video)

Apertura... e poi di nuovo chiusura. Si respira rabbia, sconforto e profonda amarezza tra bar e ristoranti di Sanremo colpiti in modo inaspettato dalla zona arancione rinforzata. Le restrizioni varate da Regione Liguria e annunciate ieri sera dal presidente Giovanni Toti entreranno in vigore allo scattare della mezzanotte, quindi da giovedì 4 marzo.

Una decisione che ha colto di sorpresa i locali matuziani che soltanto da qualche giorno stavano respirando l'allentamento delle misure anti Covid, grazie al ritorno della Liguria in zona gialla. La nuova ordinanza regionale impone un nuovo cambio di colore, in arancione, per il distretto sanitario 2, da Sanremo a Santo Stefano al Mare.

Un danno per chiunque abbia un bar e ristorante ma soprattutto qui nella città dei fiori in quanto la decisione è arrivata nella settimana clou dell'anno: quella del Festival di Sanremo. Che cosa cambierà da domani per queste attività? Solo servizio da asporto o delivery, per molti vuol dire chiudere e ritrovarsi con frigoriferi e dispense pieni dall'oggi al domani.

E' proprio questo il sentimento espresso con più o meno rabbia dai numerosi imprenditori dei locali sanremesi. Dopo la doccia fredda di ieri sera, per queste persone la mattinata è trascorsa   al telefono per bloccare ordini di merce in arrivo e avvisare i clienti che avevano prenotato. Un danno che per molti va oltre i costi sostenuti per rifornire le proprie cucine e un po' come si era già visto in occasione di San Valentino, con la chiusura improvvisa in un weekend di lavoro, c'è anche chi sta valutando di protestare, soprattutto con l'arrivo del presidente Toti, in programma venerdì.

La decisione regionale è stata presa in relazione all'andamento della diffusione del Covid sul distretto sanitario, con Sanremo attenzionata speciale. Un dato che viene 'assorbito' dagli imprenditori ma che per loro non giustifica l'inasprimento delle restrizioni. Il tutto accompagnato da una ricerca di responsabilità. Per la categoria gli indiziati sono il presidente di Regione Liguria e gli amministratori dell'ente ligure. Da domani gli unici che lavoreranno sono i locali convenzionati con la RAI per il servizio mensa rivolto alle maestranze. Per tutti gli altri, un nuovo stop.

Carlo Alessi - Stefano Michero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium