/ Cronaca

Cronaca | 26 febbraio 2021, 12:05

Il Faggio: crediti per 1,5 milioni dalla casa di riposo di Imperia “Dal 1° aprile costretti a cessare il servizio”

A rischio la continuità del servizio: “Siamo stati costretti a tutelarci legalmente”

Il Faggio: crediti per 1,5 milioni dalla casa di riposo di Imperia “Dal 1° aprile costretti a cessare il servizio”

Un milione e mezzo di euro: è la cifra imponente accumulata per i mancati pagamenti dei servizi prestati dalla cooperativa 'Il Faggio' che esprime grande preoccupazione per la situazione che si è creata nella gestione della Casa di riposo e Pensionato di Via Agnesi in Imperia, Azienda Speciale per i Servizi alla Persona (ex IPAB) che fa riferimento al Comune di Imperia.

"Da un anno circa, la nostra Cooperativa - sottolinea la direzione de 'Il Faggio' - che gestisce i servizi socio-assistenziali all’interno della struttura non riceve dall’Asp gli importi dovuti previsti dall’appalto. Il credito vantato dalla Cooperativa ha superato 1,5 milioni di euro. Il rilevantissimo importo determina una significativa criticità per Il Faggio coop. Soc. Onlus che pregiudica inevitabilmente la possibilità di proseguire le attività assicurate da buona parte del personale operante nella Casa di Riposo. Dopo una fase in cui la A.S.P. aveva quantomeno garantito il pagamento delle fatture correnti, negli ultimi mesi anche questi pagamenti sono stati sospesi, pregiudicando la possibilità della Cooperativa di proseguire il regolare svolgimento del servizio".

Dopo mesi di richieste inascoltate, riunioni, rimandi per il rientro di tali crediti – ha spiegato il presidente de Il Faggio Danilo Pisano - sono stato costretto, per tutelare la nostra cooperativa, a incaricare i nostri legali di procedere per le azioni di pignoramento. Chiediamo che sia pagato il lavoro di molti mesi arretrati, svolto per altro in situazioni difficilissime con professionalità e dedizione. A questo punto ci vediamo costretti a sospendere il servizio a far data dal 1 aprile (il contratto è scaduto nel dicembre 2019). Confidiamo in una rapida presa in carico della situazione da parte delle autorità competenti, al fine di evitare che venga messa a rischio la continuità assistenziale".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium