/ Eventi

Eventi | 23 febbraio 2021, 12:21

“I concorrenti del Festival potrebbero fare causa all’organizzazione”: lo studio milanese Rödl&Partner solleva dubbi sul regolamento

L’avvocato Franca Vianello solleva la questione a seguito del primo contagiato (poi negativo al secondo tampone), Moreno Conficconi degli Extraliscio

“I concorrenti del Festival potrebbero fare causa all’organizzazione”: lo studio milanese Rödl&Partner solleva dubbi sul regolamento

A poche ore dal primo caso di positività al covid al 71° Festival di Sanremo, la questione regolamento tiene banco nell’eventualità di nuovi casi anche durante la kermesse, dal 2 al 6 marzo. Il regolamento prevede l’espulsione dalla gara per chi dovesse positivizzarsi, un rischio non da poco.

Dopo il caso di Moreno Conficconi degli Extraliscio (positivo al primo tampone, ma negativo al secondo), siamo stati contattati dallo studio legale milanese Rödl&Partner che, per voce dell’avvocato Franca Vianello, pone una questione non da poco in vista del Festival al tempo del covid.

Il regolamento del Festival, quest’anno, prevede il ritiro dalla gara per positività o quarantena causa Covid, ma gli Extraliscio in caso di tampone di controllo negativo passati 10 giorni farebbero ancora in tempo ad essere riammessi - scrivono dallo studio Rödl&Partner - sperando che tutto si risolva per il meglio, una volta iniziata la kermesse canora quali potrebbero essere i possibili scenari sia in termini di regolarità del Festival che di possibili conseguenze legali in una casistica che prenda in esame la possibile ‘covidizzazione’ di cantanti, pubblico, ospiti e conduzione?”.

Come da prescrizioni legislative qualora un cantante risultasse positivo al Covid-19 – spiega l’avvocato Franca Vianello dello studio legale internazionale Rödl & Partner – come succede per qualsiasi altra persona, andrebbe immediatamente isolato e posto in quarantena. Non esiste, infatti, nessuna deroga per chi lavora nel mondo dello spettacolo ad esibirsi ugualmente, e questo in automatico potrebbe costringerlo ad abbandonare la competizione”.

Ma non solo: “Il concorrente – prosegue l’avvocato di Rödl&Partner - potrebbe, in linea teorica, rivalersi sull’organizzazione, facendogli causa, peraltro soltanto qualora il contagio fosse dipeso dal mancato rispetto da parte di quest’ultima delle norme sanitarie anti- contagio atte a garantire la sicurezza dei cantanti in gara”.
Diverso è il caso del possibile contagio del presentatore Amadeus, che potrebbe essere sostituito in corsa, come già annunciato, da Fiorello. Ferma restando la responsabilità dell’organizzazione in caso il contagio fosse dipeso da inadempienze della stessa alle norme igienico-sanitarie, “è invece per contro prospettabile, qualora il contagio dovesse dipendere dal mancato rispetto da parte del conduttore di tutte le cautele per non ammalarsi – spiega il legale di Rödl&Partner - che possa essere la Rai a rivalersi legalmente su Amadeus, salvo diversi accordi contrattuali”.

Qualche preoccupazione in più arriva per la possibile diffusione del virus tra le maestranze dell’evento, nonché tra i musicisti dell’orchestra. “Proprio per quest’ultimo caso la situazione si complica un po’ – chiarisce l’avvocato Vianello di Rödl&Partner – se un membro dell’orchestra dovesse risultare positivo è chiaro che dovrà essere sottoposto a quarantena. Ma qui il vero problema – ipotizza il legale -  nasce per i colleghi, visto che le distanze ridotte tra i musicisti e l’assenza di mascherine, condizione inevitabile per suonare gli strumenti a fiato, rappresentano una via di diffusione privilegiata per il virus. A questo punto l’organizzazione per ovviare a qualsiasi problema dovrebbe immediatamente sottoporre a tampone tutta l’orchestra. Con la conseguente impossibilità per la stessa di poter salire sul palco a suonare fintanto che non siano arrivati tutti i risultati, si spera, negativi dei test”.

Pietro Zampedroni

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium