/ Economia

Economia | 22 febbraio 2021, 17:12

Covid, prolungato lo spostamento tra regioni. Coldiretti "Salva per il momento la Pasqua"

"Dobbiamo fare tutto il possibile per non doverci rinunciare, dal momento che segna tradizionalmente l’inizio della stagione per buona parte dei circa 600 agriturismi liguri, strutture duramente colpite dall’emergenza Covid19".

Covid, prolungato lo spostamento tra regioni. Coldiretti "Salva per il momento la Pasqua"

L’allungamento dello stop agli spostamenti tra regioni di un mese salva, per il momento, la Pasqua di quasi 4 milioni di italiani in viaggio durante la ricorrenza per raggiungere parenti, amici o per fare una vacanza, prima dell’emergenza Covid. E’ quanto emerge da un’analisi Coldiretti/Ixe’ in riferimento alla decisione del Consiglio dei Ministri di prorogare il divieto allo spostamento tra regioni fino all’ultimo weekend prima di Pasqua. Una decisione pesante per la mobilità, che, tuttavia, se le condizioni dei contagi lo consentiranno, lascerà liberi gli italiani nel primo lungo weekend primaverile di festa, che rappresenta anche l’occasione per le consuete gite fuori porta di Pasqua e Pasquetta. 

“Un appuntamento importante quello di Pasqua: dobbiamo fare tutto il possibile per non doverci rinunciare, dal momento che segna tradizionalmente l’inizio della stagione per buona parte dei circa 600 agriturismi liguri, strutture duramente colpite dall’emergenza Covid19 e dalle conseguenti restrizioni che hanno portato, per il 2020, ad una perdita in percentuale di fatturato stimata del 70%, con punte, per alcune aziende, del 90%. - afferma Marcello Grenna, il Presidente di Terranostra-Campagna Amica Liguria -  L’agriturismo è casa nostra e la sicurezza è quella che vogliamo e diamo alle nostre famiglie. Chi viene da noi si deve sentire sicuro e in questo possono anche aiutare gli ampi spazi all’aperto di cui disponiamo, il numero ridotto di posti a tavola e a letto, che permettono di assicurare sempre il distanziamento sociale ed evitare assembramenti.”

“Le nostre aziende – affermano il Presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il Delegato Confederale Bruno Rivarossa - sono situate in aperta campagna nella massima sicurezza, dove rispettano tutte le prescrizioni sanitarie e dove il contatto con la natura può rigenerare la condizione fisica ed emotiva dopo tanti mesi di stress e chiusura. Secondo i dati SNPA 2020 (stazioni di monitoraggio), inoltre, risulta che la qualità dell’aria della nostra regione è, assieme al Trentino, la migliore tra quelle del Nord Italia, dal momento che in ben 21 punti su 29 di campionamento  delle “polveri fini”, è rispettato il valore di rifermento OMS, mentre non è mai stato superato il valore limite giornaliero (limite di legge). Quindi è importante ripartire dal nostro territorio e rimettere in moto, sempre in totale sicurezza, il turismo nella nostra regione evitando ulteriori chiusure. A rischio c’è un sistema di servizi, ospitalità in campagna e agri ristorazione che può contare a livello ligure di circa 9 mila posti a tavola e quasi 10 mila posti letto. Per scegliere l’agriturismo giusto il consiglio è quello di preferire aziende accreditate da associazioni e di rivolgersi su internet a siti come www.terranostra.it o www.campagnamica.itsenza dimenticare il passaparola tra parenti e amici che, per le vacanze in campagna, è sempre molto affidabile”.

 

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium