/ Arma Taggia Valle Argentina

Arma Taggia Valle Argentina | 20 febbraio 2021, 07:14

Vaccino Covid, lunedì parte il centro di Taggia: Falco "11mila prenotazioni in provincia, vaccineremo tutti" (foto e video)

Il Centro di Taggia si unirà a quello di Imperia e Camporosso. Abbiamo fatto il punto con il direttore generale della ASL 1 Imperiese, Silvio Falco.

Vaccino e territorio, da lunedì 22 anche Taggia si unirà al Palasalute di Imperia e al Palabigauda di Camporosso per la fase 2 della campagna di vaccinazione contro il Covid-19. Il centro allestito all'interno della stazione ferroviaria tabiese sarà quello centrale, inglobando una porzione importante di territorio, compresa Sanremo.

In questa fase la vaccinazione è riservata agli over 80, anziani e soggetti fragili, potenzialmente le persone più a rischio in caso di contagio. L'Asl 1 Imperiese ha da tempo avviato un'organizzazione certosina per rendere operativi i tre punti principali della campagna di vaccinazione con un obiettivo da raggiungere: 20mila anziani vaccinati (fonte - anagrafe sanitaria ndr) entro fine aprile. 

Taggia, offrirà 6 mini ambulatori al primo piano della stazione ferroviaria, a destra dell'ex biglietteria. Una volta iniettata la dose di vaccino, il paziente dovrà aspettare circa 15 minuti, in osservazione, prima di poter lasciare la struttura. Dopo 21 giorni, la persona dovrà ripresentarsi per ricevere la seconda dose e quindi completare il ciclo. L'appuntamento sarà concordato al momento della prima dose. 

IL VIDEOSERVIZIO DAL CENTRO VACCINI DI TAGGIA


Per accedere al vaccino oggi ci sono diversi canali di prenotazione (LINK). La domanda da parte degli over 80 è importante sulla provincia di Imperia come emerge dall'agenda di disponibilità di ASL 1. In questi primi giorni di apertura del servizio (al 19 febbraio ndr) sono arrivate: 2.400 richieste su Imperia, fino al 23 aprile; 3.900 su Taggia, fino al 13 aprile; 4.500 su Camporosso, fino al 2 aprile. 

L'andamento della campagna di vaccinazione, dipenderà dalla disponibilità di vaccini, il concetto è semplice: più vaccini riceve l'azienda sanitaria e più posti si libereranno nell'agenda. "Stiamo parlando di circa il 9% della popolazione della provincia di Imperia ma ci tengo a ribadirlo contiamo di vaccinare tutti - spiega il direttore generale di ASL 1, Silvio Falco - Dietro l'avvio della campagna su Imperia, Camporosso e Taggia c'è un'organizzazione complessa che coinvolge farmacisti, medici, infermieri e amministrativi, con un importante dispendio di risorse, penso anche allo sforzo fatto per l'entroterra dove dedicheremo delle giornate per raggiungere la popolazione dei paesini nelle numerose vallate (LINK)".  

Dal 1 marzo si partirà anche con la vaccinazione a domicilio degli anziani, attraverso la prenotazione con i medici di medicina generale. "Ci tengo a ringraziarli così come anche ricordo l'importante collaborazione che abbiamo avviato con alcune pubbliche assistenze del territorio, per accompagnare gli anziani a vaccinarsi se impossibilitati a muoversi in autonomia. - sottolinea Falco - Puntiamo a essere capillari sul territorio. Ogni giorno invieremo ai tre centri il numero strettamente necessario di dosi prenotate. Stiamo utilizzando Pfizer e Moderna ma presto potremo passare anche ad AstraZeneca. In questo momento abbiamo una disponibilità di 2.200 dosi vaccinali a settimana ma la nostra forza potrebbe raggiungere anche le 3.500. Da marzo ci aspettiamo un numero maggiore di dosi a disposizione. Più popolazione riusciremo a vaccinare più velocemente potremo arginare anche la diffusione delle varianti COVID".  

In quest'ottica Taggia partirà a un ritmo di 132 vaccinazioni giornaliere, per passare rapidamente ad almeno 200 entro marzo, per 5 giorni alla settimana. "L'obiettivo regionale è completare questa fase vaccinale entro fine maggio ma noi cercheremo di anticiparlo arrivando a fine aprile o sforando al più tardi nei primi giorni del mese successivo. Prima mettiamo in protezione questo gruppo di popolazione a rischio e prima la sofferenza dei nostri ospedali si ridurrà" - conclude il Direttore Generale della ASL 1.  

Stefano Michero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium