/ Sport

Sport | 18 febbraio 2021, 12:33

Sanremo: domenica torna lo sport agonistico con la 'Ultra Trail' di podismo tra Sanremo e l'entroterra

La gara lunga partirà da piazza Borea D'Olmo alle 5.30 della mattina e, quella corta alle 7.

Sanremo: domenica torna lo sport agonistico con la 'Ultra Trail' di podismo tra Sanremo e l'entroterra

L’emergenza non ferma la voglia di fare sport all’aria aperta. Domenica mattina andrà in scena la prima edizione della Sanremo Ultra Trail con partenza alle 5.30 nella centralissima piazza Borea d’Olmo, a pochi metri dal Teatro Ariston. L’evento è stato presentato dall’organizzatore, Fabio Carota, e del Comune di Sanremo rappresentato dall’assessore allo Sport e al Turismo, Giuseppe Faraldi.

Il numero di partecipanti è stato contingentato per l’emergenza sanitaria. Dovevano essere un massimo di 200 divisi nelle due gare ma, alla fine è stato ottenuto di averne 190 per la gara corta da 32 km e 150 nella lunga. Qualche defezione c’è stata negli ultimi giorni per alcuni infortuni mentre ai nastri di partenza ci sarà il 90% di italiani. Tra gli stranieri ci saranno alcuni francesi ma anche svizzeri e polacchi. Questi dovranno presentarsi, da normativa, con un tampone negativo nelle 72 ore precedenti. Per tutti gli atleti è prevista una autodichiarazione e un ‘triage’ con la presa della temperatura.

La gara lunga partirà da piazza Borea D'Olmo alle 5.30 della mattina e, quella corta alle 7. Le partenze sono previste per scaglioni per evitare assembramenti a 5 secondi l’uno dall’altro. L’arrivo è previsto, per la gara corta, intorno alle 9.40 mentre, per quella lunga, verso le 11.30, in entrambi i casi in piazza Cassini.

Giuseppe Faraldi, Assessore al Turismo del Comune di Sanremo, ha così commentato l’organizzazione della manifestazione: “Lo sport deve essere la nostra carta vincente in questo periodo di difficoltà, che verifichiamo sulla nostra pelle. Realizzare un evento come questo è davvero difficilissimo e voglio, proprio per questo, fare i complimenti agli organizzatori ma anche alle Polizie Municipali e le Amministrazioni che, unite, realizzano un qualcosa di importante per il turismo della nostra zona, dove mare e montagna sono così vicine. Si tratta di un ‘jolly’ da giocarci per fare in modo che il nostro territorio diventi forma di svago e intrattenimento per i nostri turisti, in occasione di pratiche sportive alla portata di tutti”.

Gli atleti, nel percorrere i 60 chilometri di gara con dislivello di 3.300 metri e partenza da piazza Borea d'Olmo, passeranno nella città vecchia e al campo golf degli Ulivi per poi inerpicarsi in un tragitto panoramico che porta verso Bordighera attraversando l’entroterra di Ospedaletti, girando attorno a Monte Nero per arrivare fino al Principato di Seborga.

Poi una salita fino al monte Carparo a 900 metri sul livello del mare dal quale si gode di una vista incredibile dalla Francia fino a Imperia. Poi, di seguito, il monte Ceggio a circa 1.090 metri sede di un luogo magico presieduto da una Madonnina, dopo di che un lungo tratto di discese che incrociano Perinaldo per proseguire fino a fondo valle. Attraversato il rio Merdanzo si inizia ad affrontare la salita fino a Berzi per poi approcciare una delle ascese più impegnative del tratto che porta a percorrere un sentiero verso la cima di Monte Bignone a 1.300 metri dal quale si domina l’intera zona. Infine la discesa verso mare, decisamente impegnativa, soprattutto nel primo tratto. Il terreno predominante è costituito da sentieri single track sterrati. L’arrivo è in piazza Cassini.

Fabio Carota, organizzatore, ha così presentato l’appuntamento di domenica prossima: “E’ davvero difficilissimo organizzare una gara del genere, suddivisa in due competizioni che partono da Sanremo verso le colline dell’entroterra. Abbiamo la fortuna di avere un parterre ‘stellare’, come evidenziato dalle testate giornalistiche internazionali del settore. Sarà anche una organizzazione particolare e, per questo, devo fare un grazie particolare alla Croce Rossa, alle Polizie Locali e alle Amministrazioni comunali coinvolte, che hanno provveduto alla logistica e alla pulizia dei sentieri. Senza dimenticare che, a causa delle normative anti Covid, siamo costretti a fare addirittura le premiazioni on line mentre il distanziamento sociale sarà raddoppiato (due metri) rispetto a quello previsto dalle normative. Gli atleti dovranno tenere la mascherina per 700 metri dalla partenza e poi potranno toglierla ma tenerla con sè per tutto il tempo della gara. Ai ristori tutto sarà monouso e dovrà essere consumato nella zona apposita”. 

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium