Leggi tutte le notizie di SALUTE E BENESSERE ›

INFERMIERE E SALUTE | 31 gennaio 2021, 07:05

Tampone molecolare per la diagnostica di SARS-CoV2. Qual è il ruolo del laboratorio? Quali sono le fasi che conducono al risultato finale?

Il 2021 non poteva essere più proficuo: un altro validissimo collaboratore si è aggiunto allo Staff di “Infermiere e Salute” : il Dottor Damiano Picicco, Microbiologo presso L'Ospedale di Sanremo. Oggi ci spiegherà il percorso che fa il tampone per la ricerca del Covid19 dopo il prelievo dall'individuo. Un grazie di cuore ancora al Dottor Picicco.

Tampone molecolare per la diagnostica di SARS-CoV2. Qual è il ruolo del laboratorio? Quali sono le fasi che conducono al risultato finale?

COVID 19 è l'infezione causata dal nuovo coronavirus. SARS-CoV2 è un virus respiratorio appartenente alla famiglia dei Coronavirus (CoV) così chiamato per la presenza di punte a forma di Corona sulla sua superficie.

I Coronavirus possono essere responsabili di patologie diverse: da sindromi influenzali come il raffreddore a patologie molto più serie e gravi. Questo virus viene trasmesso principalmente attraverso le goccioline del respiro che possono passare da una persona all'altra attraverso uno starnuto, un colpo di tosse o contatto diretto, ma anche attraverso le mani che possono essere contaminate e trasmettere il virus per semplice contatto, quindi è molto importante indossare la mascherina e disinfettare le mani per evitare questo tipo di infezione.

Il periodo di incubazione, cioè il tempo che trascorre tra il contagio e la comparsa di eventuali sintomi, può variare dai 2 agli 11 giorni, fino a un massimo di 14.

Per la diagnosi di infezione da SARS-CoV2 è necessario sottoporre il paziente a specifici test di laboratorio stabiliti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Il test più affidabile per la diagnosi di questa infezione è il tampone molecolare naso-faringeo (alte vie respiratorie).

Una volta eseguito, il tampone viene inviato a laboratori di riferimento specifici altamente specializzati dotati di personale qualificato e di strumentazioni adatte ad analisi di biologia molecolare  Il test prevede l’estrazione dell’RNA virale e l’amplificazione, mediante real time RT-PCR (Reverse-Transcription Polymerase Chain Reaction), dei geni virali maggiormente espressi durante l'infezione.

Quanto tempo richiedono questi test diagnostici? Il tempo stimato per arrivare a un risultato, attualmente, è di circa 3 ore. Il tempo di refertazione poi dipende da una serie di piccoli fattori, esterni e interni, che possono prolungare la durata della diagnosi. Per prima cosa le tre ore richieste per la refertazione vanno considerate dal momento in cui il tampone giunge fisicamente in laboratorio. Secondo, la strumentazione a disposizione dei laboratori può processare un numero limitato di tamponi per volta, quindi, molto spesso succede che i tamponi che arrivano in laboratorio durante la giornata, prima di essere processati, debbano aspettare la fine delle analisi dei tamponi precedenti. Ovviamente maggiore è il numero dei tamponi effettuati maggiore è la possibilità che si formino delle attese per la refertazione e l’elevato numero di tamponi che vengono effettuati in questo periodo, incide sulla tempistica di refertazione. Non vanno poi dimenticati gli aspetti tecnici che a volte possono ulteriormente complicare le cose. Una volta completata la diagnosi il risultato viene validato, viene generato un referto e successivamente firmato.

                                                                                   Dott. Damiano Picicco

Disclaimer: tutti gli articoli redatti dal sottoscritto, si avvalgono dei maggiori siti e documenti basati sulle evidenze, ove necessario sarà menzionata la fonte della notizia: essi NON sostituiscono la catena sanitaria di controllo e diagnosi di tutte le figure preposte, come ad esempio i medici. Solo un medico può effettuare la diagnosi ed approntare un piano di cura.

Le fonti possono non essere aggiornate e allo stato dell’arte possono esservi cure, diagnosi e percorsi migliorati rispetto all’articolo. Immagini, loghi o contenuti sono proprietarie di chi li ha creati, chi è ritratto nelle foto ha dato il suo consenso implicito alla pubblicazione. Le persone intervistate, parlano a titolo personale, per cui assumono la completa responsabilità dell’enunciato, e dei contenuti. Il sottoscritto e Sanremonews in questo caso non ne rispondono. 

Compito dell’infermiere è la somministrazione della cura, il controllo dei sintomi e la cultura all’ Educazione Sanitaria.
                                                                                       Roberto Pioppo

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

domenica 07 marzo
domenica 28 febbraio
domenica 21 febbraio
domenica 14 febbraio
domenica 07 febbraio
domenica 24 gennaio
domenica 17 gennaio
domenica 03 gennaio
domenica 13 dicembre
domenica 06 dicembre
domenica 29 novembre
domenica 22 novembre
domenica 15 novembre
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium