ELEZIONI COMUNE DI TAGGIA
 / Cronaca

Cronaca | 21 gennaio 2021, 12:16

Sanremo: la Croce Rossa 'sfrattata' dal servizio per i bisognosi, da lunedì lo spazio serve per i tamponi Covid (Video)

Si tratta di un effetto domino: serve il Palafiori per il Festival e quindi si deve spostare il servizio tamponi che va dietro la vecchia stazione, ma ‘salta’ la consegna dei viveri. Quindi, come si può fare?

Sanremo: la Croce Rossa 'sfrattata' dal servizio per i bisognosi, da lunedì lo spazio serve per i tamponi Covid (Video)

Arriva il Festival e il Palafiori serve per ‘Casa Sanremo’. Ma attorno alla struttura di corso Garibaldi vengono eseguiti i tamponi in ‘drive trough’ e, quindi, all’Asl serve un’altra area dove poterli fare. Da lunedì prossimo tutto verrà spostato in via Adolfo Rava, dietro alla vecchia stazione ferroviaria, ma in questo modo viene ‘sfrattato’ il magazzino della Croce Rossa che serve per fornire viveri e generi di prima necessità alle persone più bisognose.

Un problema da non sottovalutare viste le continue richieste da parte delle persone più indigenti, in particolare durante il periodo pandemico. Si tratta di un effetto domino: serve il Palafiori e quindi si deve spostare il servizio tamponi che va dietro la vecchia stazione, ma ‘salta’ la consegna dei viveri. Quindi, come si può fare? Possiamo considerarlo uno ‘sfratto’? Lo abbiamo chiesto a Ettore Guazzoni, presidente del Comitato sanremese della Croce Rossa.

“In un certo senso si – ha detto Guazzoni - anche se il termine ‘sfrattato’ è un po’ grosso. In pratica, per andare incontro alle esigenze dell’emergenza sanitaria, ci è stato chiesto di mettere a disposizione i locali che utilizziamo per la distribuzione dei viveri. Per il rispetto morale verso la città mi sono sentito in dovere di assecondare le richieste di Asl e Comune. In pratica lunedì inizierà il servizio di ‘drive trough’, che veniva svolto al Palafiori, dietro la vecchia stazione e, per rispetto di chi serviamo con i beni alimentari, non mi sento di sospendere l’attività. Inizialmente abbiamo pensato di condividere il magazzino con Asl ma, utilizzando l’uscita secondaria dello stesso su piazza Cesare Battisti, si sarebbe creata una commistione tra chi sarà chiamato a fare il tampone e chi viene a ritirare i generi alimentari. Ora stiamo cercando una soluzione alternativa, per evitare che sostino su un marciapiede vicino ad altre persone”.

Ora la Croce Rossa sta verificando la possibilità di avviare per qualche giorno la consegna dei generi alimentari direttamente nella propria sede dove, grazie al lavoro dei volontari, ieri è stata spostata l’enorme quantità di alimentari che erano stivati all’ex stazione. Ma serve un luogo più centrale (la sede della Cri è in via Pisacane sopra la nuova stazione ferroviaria) e che non sia troppo ‘visibile’ per garantire la privacy delle persone.

Guazzoni è dispiaciuto soprattutto perché dovrà stoppare per qualche giorno il servizio: “La questione festivaliera impedirà ad Asl di proseguire con i tamponi al Palafiori, ma ora noi dobbiamo organizzarci in modo diverso. Bloccheremo il servizio per una decina di giorni, in modo da organizzarci meglio successivamente”.

Un servizio, tra l’altro fondamentale viste le continue richieste: “I numeri sono purtroppo impressionanti e in evoluzione. E’ un aspetto estremamente negativo della vita sociale, anche nella città dei fiori. Oltre a chi generalmente serviamo, abbiamo avuto un escalation di richieste e, l’aspetto più preoccupante è quello di vedere persone che, fino a pochi mesi fa riusciva a cavarsela senza l’aiuto di nessuno”.

Il rovescio della medaglia positivo è invece quello che offrono i cittadini, sempre pronti ad aiutare: “Questo è l’aspetto felice di questo momento. Noi, grazie ai volontari e all’area del sociale, continuiamo nella raccolta dei prodotti che non bastano mai. Abbiamo un riscontro sempre positivo dei nostri concittadini, che donano regolarmente quantità davvero impressionanti di cibo”.

Tornando al discorso dei tamponi in 'drive trough', questi verranno organizzati in questo modo: le auto verranno incolonnate all'interno delle transenne di fronte alla vecchia stazione e, quindi, verranno fatte girare per via Adolfo Rava, dove verrà eseguito il tampone. Quindi, dopo il test, le auto gireranno nuovamente verso piazza Cesare Battisti per andare via.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium