/ Attualità

Attualità | 07 dicembre 2020, 07:21

Diano Marina, stanziati 150 mila euro per le quattro nuove isole ecologiche sulla passeggiata a mare: i lavori partiranno entro la primavera

Approvato sia il progetto che l'affidamento ad una ditta cuneese specializzata. Le precedenti isole ecologiche, a seguito del rifacimento dell'asfalto dell'Aurelia, non risultavano conformi e l'eliminazione ha creato disagi ai cittadini

Diano Marina, stanziati 150 mila euro per le quattro nuove isole ecologiche sulla passeggiata a mare: i lavori partiranno entro la primavera

Approvato dal comune di Diano Marina il progetto per la costruzione di quattro nuove isole ecologiche, composte da cinque contenitori ciascuna, sulla passeggiata a mare. L’affidamento dei lavori è stato assegnato, dopo le relative procedure alla ditta Nord Engineering Srl' con sede a Caraglio in provincia di Cuneo. La determina dirigenziale ha visto il coinvolgimento sia dell’assessorato ai lavori pubblici, diretto dal vicesindaco Cristiano Za Garibaldi, e dell’assessorato all’ambiente retto da Barbara Feltrin. Lo stanziamento, da parte dell’ente, è di 150 mila euro e la realizzazione del progettoc he prenderà il via entro la prossima primavera.

Nei mesi scorsi, durante i lavori di rifacimento del manto stradale della Via Aurelia e del conseguente rifacimento della segnaletica orizzontale da parte dell’Anas, sono stati eliminati i parcheggi posti in parallelo all’asse stradale e le isole ecologiche poiché non risultavano essere conformi, con quanto disciplinato dal codice della Strada, le dimensioni minime e ciò avrebbe potuto provocare disagi alla circolazione specialmente durante il transito dei mezzi pesanti.

Con l’eliminazione delle precedenti isole ecologiche tutti i residenti della zona hanno disagi in quanto per il conferimento dei rifiuti devono recarsi presso altri punti ubicati anche lontano rispetto alle loro abitazioni. Il Comune poi, ha dovuto operare anche rispettando il decoro urbano cittadino con un progetto che non crei problematiche a seguito del conferimento dei rifiuti e quindi le isole ecologiche devono essere realizzate senza la possibilità che si crei sporcizia intorno all’area o vengano emanati odori malsani ed è per questo che si è proceduto verso il reperimento di manufatti seminterrati.

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium