ELEZIONI COMUNE DI TAGGIA
 / Attualità

Attualità | 06 dicembre 2020, 07:14

Alluvione a Taggia: somme urgenze per 1.6 mln di euro, ritorno alla normalità entro primi mesi del 2021

Questa la previsione avanzata dal Comune di fronte ai numerosi interventi in somma urgenza.

Alluvione a Taggia: somme urgenze per 1.6 mln di euro, ritorno alla normalità entro primi mesi del 2021

Per quanto riguarda le somme urgenze legate all'alluvione di ottobre, entro i primi mesi del 2021 la situazione su Taggia sarà tornata alla normalità. Questa è la previsione avanzata dal Comune per tutti gli interventi 'aperti' dal passaggio dell'ondata di maltempo scatenatasi nella notte tra il 2 e il 3 ottobre e i successivi 'strascichi' emersi nei giorni a seguire. 

12 somme urgenze per 1.6 milioni di euro, ecco a quanto ammonta il conto salato lasciato dall'alluvione su Taggia. A questo si aggiungono anche altri interventi come quello relativo al cedimento dei giardini su via Lungo Argentina. 

Le opere in somma urgenza passano letteralmente dal torrente Argentina dove si sono registrati i problemi principali con diversi cedimenti dell'argine, a monte dove è stato portato via il ponte per Meosu e a valle su strada Bruxià, dal ponte Romanico e a lato della ciclabile interna. Sul corso d'acqua il Comune interverrà con la risagomatura degli argini su quattro punti. A questo quadro complesso si aggiunge  l'intervento sull'acquedotto, con l'impianto di prelievo inservibile tanto da rendere necessario la creazione di collegamenti per arrivare a un nuovo punto di raccolta. L'area da dove prendere acqua pulita e sana è stata localizzata dal geologo a nord del rio Corneo, tra la superstrada e zona Orti.  Si tratta di un punto considerato anche più sicuro in caso di ulteriori eventi meteoavversi di entità eccezionale che ormai stanno diventando sempre più frequenti. 

A questo quadro complesso si aggiungono anche altri interventi come la disostruzione di canali e la liberazione di pozzetti per la manutenzione su strada Ponte, via Queirolo, via San Giuseppe e il parcheggio di palazzo Spinola. L'alluvione ha colpito duramente Taggia e nonostante i diversi fronti aperti, questo è uno dei pochi Comuni che sono stati in grado di fare iniziare subito e in contemporanea tutte le somme urgenze. Un aumento di lavoro considerevole per il Comune e in particolare l'Ufficio Lavori Pubblici soprattutto se sommato anche ai numerosi cantieri già aperti su tutto il territorio comunale.

Stefano Michero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium