/ Cronaca

Cronaca | 27 novembre 2020, 07:11

Come sarà il Capodanno sul piano turistico? Si attende il Dpcm ma intanto ci sono prenotazioni anche per l'Immacolata

Sono poche e ci sono anche albergatori che non sanno ancora se avrà senso aprire, pur con l'eventuale via libera del Governo. Forti timori anche per il 2021, in una incognita economica che non esce dallo stallo attuale.

Come sarà il Capodanno sul piano turistico? Si attende il Dpcm ma intanto ci sono prenotazioni anche per l'Immacolata

C’è grande attesa, tra gli operatori turistici della nostra provincia, sulle decisioni che prenderà il Governo per il mese di dicembre, in relazione al tanto atteso Dpcm del 3 dicembre. Mentre, fortunatamente, i numeri sul piano sanitario stanno scendendo, i timori si spostano su quello economico e c’è la speranza di poter vedere qualche turista in più per le feste di fine anno.

Una certezza, che potrebbe essere drammatica, c’è: se le regioni dovessero rimanere invalicabili, le città per Natale e Capodanno saranno deserte, con un contraccolpo economico nuovamente devastante. Se, invece, ci dovesse essere un ripensamento e se addirittura non dovessero aprire gli impianti sciistici, sarebbe un successo con l’arrivo sulla riviera di ponente di migliaia di turisti.

Insomma, a un mese dal fine anno la situazione è davvero ingarbugliata e, al momento, soprattutto gli albergatori restano sul ‘chi va là’ per capire cosa fare per accogliere o meno i turisti, sempre che questi possano arrivare. “Sicuramente servono più certezze – dicono all’unisono le associazioni di categoria ponentine – anche perché per aprire una struttura ci vuole tempo, anche solo per radunare lo staff. Senza dimenticare che, con le disposizioni anti Covid servono interventi mirati, dalla disinfezione della struttura ad una serie di accorgimenti importanti”.

E, mentre alcune strutture alberghiere rimangono aperte (a Sanremo sono 5 o 6) per accogliere quei pochi clienti che si muovono per lavoro, c’è addirittura chi ha precauzionalmente prenotato sia per fine anno che per il ponte dell’Immacolata. “E’ vero – ci ha detto il presidente di Federalberghi a Sanremo, Silvio Di Michele – perché ci sono clienti che stanno attendendo il Dpcm del 3 dicembre ma, al momento non hanno ancora disdetto. Certo, noi non abbiamo ancora preso caparre, visto che non sappiamo cosa accadrà, però c’è un minimo di interesse per le vacanze di dicembre”.

I papabili clienti di questo fine anno davvero particolare sono principalmente lombardi e piemontesi ma c’è anche la possibilità dell’arrivo di molti francesi, ovviamente se sarà concesso lo spostamento a livello internazionale. Con la situazione sanitaria in atto, poter contare su un buon numero di clienti dal Nord Italia e dalla vicina Francia, sarebbe già manna dal cielo per gli operatori alberghieri e, a cascata, anche per i commercianti e ristoratori.

C’è anche chi intanto sta facendo i conti dell’eventuale ‘danno procurato’ se non verranno aperte le regioni: “Sicuramente non basteranno i ristori che stanno arrivando in questi giorni – termina Di Michele – anche se capiamo perfettamente la situazione sanitaria. La nostra preoccupazione, tra l’altro, non si ferma alle feste di fine anno, ma va già all’inizio del 2021, quando si chiuderà nuovamente. E in molti si chiedono: ma conviene aprire solo a fine anno?”

Ora, quindi, cresce l’attesa per l’inizio della prossima settimana, quando arriveranno le decisioni dell’esecutivo nazionale. Dalle indiscrezioni si parla già di ‘coprifuoco’ di Capodanno, che potrebbe partire alle 21, costringendo di fatto ad aprire la bottiglia a casa, ma qualcosa potrebbe anche cambiare nelle prossime ore. Sicuramente i numeri del contagio in netto calo nelle ultime settimane consigliano prudenza, ma commercianti e operatori turistici e del ‘food & beverage’, sperando in qualche spiraglio che possa consentire di terminare un po’ meglio questo drammatico 2020.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium