/ Attualità

Attualità | 31 ottobre 2020, 07:21

Tappa finale a Taggia per gli Assoluti d'enduro e anti Covid, gli organizzatori al pubblico "Non venite"

Un imperativo categorico rivolto al pubblico, dal Motoclub Sanremo, alla regia dell'appuntamento.

Tappa finale a Taggia per gli Assoluti d'enduro e anti Covid, gli organizzatori al pubblico "Non venite"

"Non venite", non usano mezzi termini dall'organizzazione degli Assoluti d'Italia di Enduro - 74° Due Valli, in programma nel weekend tra Taggia e Riva Ligure. Un imperativo categorico rivolto al pubblico, dal Motoclub Sanremo, alla regia di questo appuntamento. Infatti la manifestazione, autorizzata dalla Prefettura di Imperia , si potrà svolgere ma a patto che non ci siano spettatori. 

Una condizione che stona con questo genere di eventi ma al tempo del Covid, è una modalità necessaria e imprescindibile. L'appuntamento era in programma a marzo ma il lockdown ha imposto un rinvio. La curiosa richiesta degli organizzatori non è così insolita. Infatti anche per il Rallye di Sanremo era stato necessario mettere le mani avanti con i tanti appassionati dei motori che amano questi eventi.

L'ultima tappa degli Assoluti è stata rivista in chiave anti Covid. Le gare suggestive sulle spiagge di Arma di Taggia con il pubblico assiepato sulla sabbia hanno lasciato lo spazio a un percorso rivisitato in una zona interna, Beuzi e Castelletti e sul terrapieno di Riva Ligure.

Analogo discorso anche per il villaggio gara: accessi contingentati ai soli autorizzati, tracciati dall'organizzazione, obbligo di mascherine, distanza interpersonale  e uso di gel igienizzante. Inoltre, il sindaco Mario Conio ha firmato un'ordinanza per spostare il paddock dalla location sul Lungomare alle ex caserme Revelli. 

Intanto sono iniziati i lavori dell'organizzazione per predisporre gli spazi necessari a uno svolgimento in sicurezza dell'evento, in programma tra il 31 ottobre e il 1 novembre. Potranno accedere alle ex Caserme solo le persone dell'organizzazione, i piloti ed eventuali accompagnatori registrati. La Croce Rossa di Sanremo, attraverso una postazione triage, si occuperà della verifica delle condizioni di salute delle persone che avranno diritto ad accedere. Infine, è stata prevista anche la predisposizione di un locale Covid, per chi eventualmente dovesse presentare sintomi riconducibili al virus. 

Dal punto di vista sportivo, la finale degli assoluti si prospetta come la degna chiusura di una stagione tra le più incerte e allo stesso tempo combattute. Domenica, al termine della manifestazione verranno assegnati i titoli nazionali della stagione 2020. 

I riflettori saranno naturalmente tutti puntati sulla classifica assoluta che vede al primo posto Steve Holcombre (Beta) con 94 punti, sette in più di Thomas Oldrati (Honda Redmoto) e 19 in più del suo compagno di casacca Brad Freeman (Beta), vincitore del campionato 2019. Il nuovo campione italiano, oltre al titolo nazionale, si porterà a casa la tabella di campione 24mx e l’ambito e amato Trofeo Mika Ahola, premio che dal 2012 tiene vivo il ricordo del grande pilota finlandese.

Weekend decisivo anche per i trofei che accompagnano il tricolore degli Assoluti d’Italia-Coppa FMI/Coppa Italia Maxxis Ufo Plast di Enduro.

Per il Trofeo Airoh Cross Test a contendersi la vittoria finale ed il bellissimo casco marchiato Airoh Helmet ci sono Joe Wootton, attualmente al comando della classifica, Alex Salvini, Loic Larrieu (non presente), Steve Holcombe e Davide Guarneri.

Per l’X-CUP Motocross Marketing-Galfer, il challenge riservato alla prova estrema, al comando troviamo Steve Holcombe, pronto a riprendere il titolo di miglior pilota estremo dopo la vittoria ottenuta nel 2018. In cerca del secondo successo consecutivo invece Thomas Oldrati, che al momento è in seconda posizione a soli 4 punti dallo stesso Holcombe.

Riccardo Fabris è pronto invece a difendere il suo primato nel Trofeo Eleveit per diventare pilota ufficiale Eleveit per la stagione 2021. A separare Fabris dal suo diretto avversario, Nicolò Paolucci, ci sono infatti ben 27 punti.

Gli organizzatori ribadiscono l'invito al pubblico a non partecipare per evitare che si creino assembramenti. Tutta la manifestazione si dovrà svolgere esclusivamente per il solo sport e senza pubblico. Questa è stata l'unica clausola che ha permesso all'organizzazione di non rinunciare alla gara. In compenso per gli amanti dell'Enduro l'evento sarà presente sui canali social, su Facebook e YouTube, dove sarà possibile seguire l'andamento della gara e la premiazione che sarà trasmessa in diretta. 

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium