Leggi tutte le notizie di 2 CIAPETTI CON FEDERICO ›

Cronaca | 29 ottobre 2020, 07:11

All’ospedale di Sanremo anche i malati di Covid provenienti da Genova: i primi tre sono già arrivati, domani Conferenza dei Sindaci

Nelle prossime ore riunione del comitato ristretto della Conferenza dei Sindaci, per la condivisione della situazione epidemiologica e per l’organizzazione ospedaliera

All’ospedale di Sanremo anche i malati di Covid provenienti da Genova: i primi tre sono già arrivati, domani Conferenza dei Sindaci

L’ospedale di Sanremo si sta inesorabilmente trasformando di nuovo in ospedale Covid. Già da alcuni giorni i reparti hanno iniziato infatti ad essere riservati alla gestione di questa seconda ondata di contagi. L’estremo ponente ligure, seppur con numeri in salita, si trova ancora in una situazione privilegiata rispetto al capoluogo di regione dove l’emergenza ha già assunto una dimensione più preoccupante.

Proprio per questo da Genova è stato chiesto supporto all’Asl 1 Imperiese e quindi all’ospedale di Sanremo (come avvenuto anche per Asl 2 del savonese) dove sono confluiti tre pazienti dal capoluogo ligure. 

Sta quindi emergendo una nuova esigenza, della quale si discuterà domani durante una riunione del comitato ristretto della Conferenza dei Sindaci, per la condivisione della situazione epidemiologica e per l’organizzazione ospedaliera, alla presenza del Direttore Generale della Asl 1 Marco Damonte Prioli (dopo un primo contatto telefonico sulla questione). 

Una situazione sulla quale un giudizio non è sicuramente semplice. Da un lato c’è infatti l’esigenza di mettere a disposizione le strutture del territorio con inoltre il suo personale (medici, infermieri e oss) che durante la prima fase della pandemia ha dimostrato tutta la propria professionalità tecnica ed umana (personale che potrebbe comunque evidenziare anche alcune carenze dovute proprio ai contagi Covid), dall’altra però c’è il timore che in caso di impennata improvvisa del numero dei positivi in provincia di Imperia ci siano di conseguenza meno posti a disposizione.

A questo si deve aggiungere poi un problema di non poco conto, ovvero la riduzione dell’attività ordinaria e soprattutto il trasferimento delle urgenze ad Imperia con tutti i conseguenti problemi logistici ed organizzativi, partendo anche dalle piccole cose come l’impiego del personale.

Al momento, invece, la situazione nei Pronto Soccorso della nostra provincia è assolutamente sotto controllo. Arrivano casi di pazienti colpiti di Covid-19 ma non si sta registrando quell’afflusso che ha creato gravi problemi tra marzo e aprile.

La riorganizzazione, come sintetizzato in un’informativa della Cgil Funzione Pubblica, a firma Tiziano Tomatis e Alessandro Petrini, comporterà di prevedere non più 130 posti letto dedicati ma 270. Con la Fase 4:
- per Imperia è previsto il trasferimento della Palestra FKT a Bussana, la chiusura dell’SPCR e la trasformazione della Polispecialistica in Area Respiratoria;
- per Sanremo è prevista la trasformazione della Chirurgia in Astanteria chirurgica, il Pronto Soccorso sarà convertito in Pronto Soccorso Covid, il I° e II° piano e Cardiologia saranno convertiti in Covid, sarà chiuso il Blocco Operatorio, sarà sospesa l’attività Gastro, ci sarà la riduzione dell’attività Fisioterapico ADI. Restano aperte le attività ambulatoriali se non in sofferenza;
- per Bordighera è prevista la chiusura del Day Surgery, l’incremento di posti letto in Ortopedia e Cure Intermedie, la riduzione dell’attività della Palestra FKT e Fisioterapica ADI.

Il personale – prosegue l’informativa della Cgil – sarà gestito come da regolamento e ricollocato in funzione della disponibilità volontaria, anzianità di servizio e L.104/92. Dove un servizio venga chiuso totalmente, il personale in esubero dovrà essere spostato tenendo conto, in primis, di chi ha già ottemperato all’ordine di servizio nell’anno corrente. I sindacati hanno chiesto l’assunzione immediata di personale , l’Azienda ha risposto che ha già contattato 115 infermieri, 50 OSS, dei quali rispettivamente 28 e 40 hanno già dato disponibilità”.

Federico Marchi


Iscriviti alla chat WhatsApp dedicata alla nostra rubrica di approfondimento settimanale.
Ogni martedì alle ore 21.00 sarà online la rubrica “2 ciapetti con Federico” condotta da Federico Marchi. Per rimanere informati sugli ospiti, sulle tematiche trattate e per intervenire con le vostre domande in diretta, potete iscrivervi al nostro servizio gratuito. Come fare?
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 095 4317
- inviare un messaggio con il testo CIAPETTI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP SANREMO sempre al numero 0039 348 095 4317.

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

mercoledì 25 novembre
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium