/ Cronaca

Cronaca | 25 ottobre 2020, 07:36

Covid e controlli nel cuore della movida di Sanremo: assembramenti su pian di Nave

Un dato emerge chiaro poche persone in giro per essere un sabato sera e tra queste pochissime indossavano la mascherina, ancora meno quelle che la avevano messa correttamente.

Covid e controlli nel cuore della movida di Sanremo: assembramenti su pian di Nave

Ancora una notte di controlli per Polizia e Carabinieri nel cuore della movida di Sanremo per verificare il rispetto delle misure anti Covid. Un dato emerge chiaro poche persone in giro per essere un sabato sera e tra queste, pochissime indossavano la mascherina, ancora meno quelle che la avevano messa correttamente.

I controlli, in questa fase, sono finalizzati ad informare i cittadini e i commercianti circa le nuove disposizioni da adottare e osservare. In particolare circa la capienza massima dei locali, da indicare all’ingresso, il divieto di consumare bevande da asporto dopo le ore 18.00 (in assenza di consumazione al tavolo) e il rispetto dei 6 commensali per tavolo, fermo restando l’obbligo, per tutti gli esercizi commerciali, di chiudere alle ore 24.00.

Piazza Colombo, corso Matteotti e il lungomare, ieri sera si presentavano deserti. Pochi anche i mezzi in transito sulla città. In piazza Bresca e piazza Sardi c'era più gente nei locali. Lì la situazione è stata monitorata tutta la sera ed è apparsa sotto controllo. Quello visto ieri potrebbe essere stato l'ultimo sabato con l'apertura dei locali della movida. Infatti, nella bozza del nuovo DPCM è presente la chiusura dei locali di ristorazione nel weekend e in settimana alle 18. 

Discorso diverso per la zona di Pian di Nave, diventata la meta d'incontro di tanti ragazzi. Alcuni gruppi hanno passato la serata in compagnia dando vita a veri e propri assembramenti. Come se non bastasse, erano davvero pochi i giovani che indossavano la mascherina e nessuno ha rispettato il distanziamento interpersonale. 

Quanto sta avvenendo su Pian di Nave, ovviamente rischia di finire regolamentato con il nuovo DPCM che dovrebbe essere presentato stasera dal premier Giuseppe Conte. Una delle nuove misure che saranno introdotte riguarda la possibilità di chiudere luoghi pubblici dopo le 21. Starà poi all’amministrazione comunale valutare questa eventualità.

Al momento il Comune  ha preferito non limitare l’accesso ai luoghi pubblici, nonostante ne avesse la possibilità, attraverso l’ultima ordinanza firmata da Regione Liguria. La situazione situazione potrebbe cambiare nei prossimi giorni. 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium