/ Al Direttore

Al Direttore | 20 ottobre 2020, 12:03

Ventimiglia: anti Covid e scuolabus, la lettera di una madre al sindaco Scullino

Una nostra lettrice, Allegro Valeria che si definisce 'una mamma tra tante', scrive al sindaco di Ventimiglia, Gaetano Scullino, ponendo alcuni interrogativi sul trasporto scolastico a Ventimiglia e il rispetto delle misure anti Covid.

Ventimiglia: anti Covid e scuolabus, la lettera di una madre al sindaco Scullino

Una nostra lettrice,  Allegro Valeria che si definisce 'una mamma tra tante', scrive al sindaco di Ventimiglia, Gaetano Scullino, ponendo alcuni interrogativi sul trasporto scolastico a Ventimiglia e il rispetto delle misure anti Covid.

"Premetto che tengo conto del momento difficile che la nostra città sta affrontando a causa dell'alluvione, ma purtroppo non è l'unico dei problemi a cui rivolgere la nostra attenzione. Parlo a nome di tutte le mamme che ogni giorno si servono del servizio scuolabus, notando che le precauzioni adottate per il contagio Covid non sono affatto soddisfacenti. A scuola i bambini indossano mascherina e mantengono costantemente la distanza tra loro, non gli è permesso di scambiare oggetti, toccarsi, avvicinarsi e, a maestre e genitori, dimostrano di essere attenti e diligenti. Sullo scuolabus, invece, i bambini si trovano seduti uno accanto all'altro, senza nessun distanziamento. A noi genitori viene richiesta, tre volte a settimana, una dichiarazione sulla quale precisiamo che i nostri figli non sono affetti da Covid, assumendoci responsabilità che non ci competono, oltre che a risultare dispendioso per le famiglie". 

"Chiedo, pertanto, di poter presentare questa dichiarazione una sola volta a settimana, risparmiando così tempo, carta e denaro. Non abbiamo la sicurezza che autisti e aiutanti abbiamo fatto controlli preventivi. Prima di arrivare a scrivere queste righe, abbiamo provato a parlare con gli autisti e passare dall'ufficio scuola per avere risposte, senza alcun risultato, perché anche loro, come noi, non hanno alcun potere decisionale. Parlo a nome di tutti quei genitori che le regole sono ben felici di rispettarle, purché siano serie ed efficaci, altrimenti gli sforzi di questi bambini, del personale scolastico e delle famiglie risulteranno inutili. Concludo nella speranza che si possa intervenire studiando una soluzione che possa garantire la sicurezza di tutti, in primis dei bambini. La ringrazio per l'attenzione". 

Direttore

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium