/ Politica

Notizie di sport

Politica | 01 ottobre 2020, 12:57

Bordighera: prorogate fino al 31 gennaio le disposizioni per regolamentare la vendita ed il consumo di bevande alcoliche

Ingenito: “Ho ritenuto opportuno mantenere le misure già in atto alla luce sia del delicato e incerto frangente sanitario, sia della necessità di tutelare sicurezza e decoro urbani da comportamenti decisamente inappropriati che l’abuso di alcool può favorire"

Vittorio Ingenito

Vittorio Ingenito

Il Sindaco di Bordighera Vittorio Ingenito ha oggi firmato l’ordinanza n. 48, con cui vengono di fatto prorogate fino al 31 gennaio 2021 le disposizioni già in vigore durante il periodo estivo per regolamentare la vendita ed il consumo di bevande alcoliche sul territorio cittadino (ordinanza n. 36).

Agli esercizi di vicinato o misti, media e grande struttura, e ai laboratori artigianali presenti su tutto il territorio cittadino è posto il divieto di vendita per asporto di bevande alcoliche di qualunque gradazione, effettuata anche attraverso distributori automatici, dalle 22 alle 7. Agli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande presenti su tutto il territorio cittadino è posto il divieto di vendita per asporto di bevande alcoliche di qualunque gradazione dalle 22 alle 7.

Vietato inoltre, sempre fino al 31 gennaio, detenere in qualunque contenitore e consumare bevande alcoliche di qualunque gradazione, con esclusione del consumo effettuato all’interno dei pubblici esercizi autorizzati alla somministrazione e nel rispetto dei limiti normativi imposti, nelle seguenti aree: piazza Eroi della Libertà, via Roma, corso Italia, all’interno e davanti al Palazzo del Parco (via Vittorio Emanuele tra via Roma e via S. Antonio), nell’area della Pineta - zona Marabutto - Spianata del Capo, belvedere del Carillon, via Libertà, presso tutti i giardini pubblici e nelle spiagge, rotonda di Sant’Ampelio e zone limitrofe,  tutto il lungomare.

“Ho ritenuto opportuno - commenta il primo cittadino - mantenere le misure già in atto alla luce sia del delicato e incerto frangente sanitario, che richiede di evitare occasioni di assembramento e di inosservanza del distanziamento sociale, sia della necessità di tutelare sicurezza e decoro urbani da comportamenti decisamente inappropriati, se non incivili, che l’abuso di alcool può favorire".

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium