/ Eventi

Eventi | 29 settembre 2020, 15:37

Les Chevaliers de Provence al concorso di pittura della rievocazione storica del Circuito di Ospedaletti

Giunto alla seconda edizione, ha visto 23 artisti contendersi la vittoria sulla scorta della competente valutazione della giuria, composta da artisti ed esperti, fra i quali la Dame Abbesse Maganime degli Chevaliers de Provence, Annamaria Giraudo.

Les Chevaliers de Provence al concorso di pittura della rievocazione storica del Circuito di Ospedaletti

La pandemia di Covid-19 ha purtroppo frenato la consueta attività degli Chevaliers de Provence i quali, dopo l’inaugurazione dell’anno 2020, ancora  ben lungi dal dover constataredi quanto funesto quest’anno si sarebbe dimostrato, con il consueto appuntamento de “La Nuit des Chevaliers” al favoloso Grand Hotel Negresco di Nizza, non hanno più potuto ritrovarsi nelle consuete fastose serate danzanti, senza più occasioni, e serenità, dato il ben triste e preoccupante peiodo, per brindare al motto di…et que la joie demeure. L’attività, però, ben lungi dall’essere dimenticata o interrotta definitivamente, non si è fermata completamente.

Mentre il Conseil Supreme ha proseguito, quando possibile, a riunirsi e valutare la programmazione degli eventi futuri, non appena ciò sarà reso possibile dal termine dell’emergenza sanitaria, Les Chevaliers de Provence sono stati fra i patrocinatori, come già in passato, di uno splendido evento: la rievocazione del circuito di Ospedaletti, che ospitò in passato GP motociclistici (fino al 1972) e anche di F1 (negli anni 47/50).

In particolare il patrocinio era rivolto a una manifestazione collaterale all’evento motoristico, ovvero il concorso di pittura, sempre a soggetto ispirato al mondo delle corse automobilistiche e motociclistiche. Giunto alla seconda edizione, ha visto 23 artisti contendersi la vittoria sulla scorta della competente valutazione della giuria, composta da artisti ed esperti, fra i quali la Dame Abbesse Maganime degli Chevaliers de Provence, Annamaria Giraudo.

Lo scorso sabato 19 settembre presso l’ex scalo merci ferroviario di Ospedaletti, splendidamente ritrasformato dal Comune per ospitare mostre e incontri, si è svolta la premiazione di tale concorso, preceduta dall’interessantissima presentazione del libro sulla mai dimenticata ditta di produzione motociclistica Laverda, ben nota eccellenza del ricco parco costruttori del nostro Paese, volume scritto dall’erede del fondatore, Ing. Pietro Laverda.

Unitamente all’Ing. Laverda, al Sindaco del Comune di Ospedaletti, Daniele Cimiotti e allo staff organizzatore della rievocazione storica del circuito, tra i quali l’”anima” dell’evento, l’Avv. Marco Mazzola, il Grand Maitre degli Chevaliers de Provence ha consegnato il premio al vincitore del concorso pittorico.

L’attività prosegue, dunque, gli Chevaliers, non certo scomparsi, , ma solo “frenati”  date le ben note difficoltà del momento attuale e, sostanzialmente, dell’impossibilità di organizzare serate danzanti, soprattutto transfrontaliere danno a tutti l’arrivederci  a presto per il loro sospirato ritorno operativo a pieno ritmo, in trepida attesa di poter nuovamente gridare…et que la joie demeure.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium