/ Cronaca

Notizie di sport

Cronaca | 28 settembre 2020, 13:39

Ventimiglia: riunione tra commercianti e Sindaco sull'ordinanza del Ministro, Scullino "Mascherina obbligatoria 24 ore su 24"

Il primo cittadino auspica che al confine non venga applicata l'emanazione di Speranza ma conferma di voler obbligare l'utilizzo della mascherina nei luoghi chiusi e in quelli all'aperto sempre

Ventimiglia: riunione tra commercianti e Sindaco sull'ordinanza del Ministro, Scullino "Mascherina obbligatoria 24 ore su 24"

“Esprimiamo sincera preoccupazione, anche se fino a questo momento di fatto l’ordinanza non è stata applicata al confine con la Francia”: sono le parole del Sindaco di Ventimiglia, Gaetano Scullino, ai commercianti della città rappresentati dalle associazioni di categoria comprese quelle degli ambulanti.

La riunione era stata convocata la settimana scorsa, per l’ordinanza emessa dal Ministro della Salute Roberto Speranza, che obbligherebbe (fatte salve alcune eccezioni) a presentarsi al confine con l’autocertificazione che attesti un tampone negativo nelle 72 ore precedenti. Come documentato più volte dal nostro giornale un’ordinanza praticamente mai messa in atto, con italiani, francesi ed altri che transitano regolarmente ai confini tra Mentone e Ventimiglia.

Una preoccupazione, quella del Sindaco, ampiamente condivisa dai commercianti che, almeno per ora, non hanno notato un calo di presenze dei francesi e che hanno visto un fine settimana discreto negli incassi. La riunione odierna con i rappresentanti delle associazioni di categoria sull'ordinanza Speranza- che aveva gettato nel panico tutti gli operatori di confine e che ad oggi viene interpretata secondo la linea data da subito dall'Amministrazione Scullino- è stata proficua. Ad oggi i francesi possono venire a comprare a Ventimiglia usando le precauzioni dovute, i frontalieri possono andare a lavorare con serenità sempre senza abbassare la guardia per evitare la diffusione del Covid-19.

"Riteniamo, sostiene il sindaco Scullino, che la Prefettura possa approfondire e avvallare, se del caso, l'interpretazione più favorevole che se asintomatici qieste restrizioni non  si  applicano per i casi previsti dall’art  6, commi 6 e 7 del Dpcm del 7 agosto scorso, e specificatamente ai lavoratori transfrontalieri,  a soggetti italiani o stranieri che transitino nel territorio nazionale  per  un  periodo  non  superiora  alle  36  ore  (a  scopo  turistico  o commerciale),  agli  studenti  per  la  frequenza  nello  stato  diverso  da  quello  di abitazione o dimora con rientro ogni giorno o almeno una volta la settimana".

All'interno della discussione si è condiviso che la sicurezza sanitaria rimanga al primo posto e i commercianti di Ventimiglia si sono resi disponibili a contribuire a garantire la sicurezza anche a 'discapito' di qualche cliente. "La città è e deve rimanere sicura, ha sottolineato il primo cittadino,  questo è quanto condiviso da tutti, è sarà il biglietto da visita vincente per tutti quelli che vivono e si recheranno a Ventimiglia". 

Il Sindaco Scullino, proprio in virtù dei rischi che comunque ci sono, ha preso una decisione importante per il futuro sanitario della città di confine. Verrà emessa un’Ordinanza sindacale, fanno sapere domani dal Comune, che obbligherà l’utilizzo della mascherina, 24 ore su 24, sia nei luoghi chiusi che quelli all’aperto. Questa ordinanza è allo studio degli uffici comunali insieme a quella sugli orari di apertura delle attività serali con lo scopo di evitare assembramenti. Da tempo si parla di questa possibilità in diverse zone del nostro paese e anche all’estero e, dopo la decisione del Sindaco di Genova Bucci che riguarda parte del centro storico del capoluogo ligure, ora arriverà quella di Ventimiglia.

Il Sindaco si è anche raccomandato con tutti i commercianti, affinchè si attengano alla precedente sua ordinanza sulla presenza dei gel sanificatori all’ingresso delle attività e, ovviamente, di presentarsi ai clienti sempre muniti di mascherina. Il primo cittadino ha anche raccomandato di avere nei negozi una buona scorta di mascherine, per poterle fornire a chi non c’è l’ha.

Scullino ha poi evidenziato che verranno accentuati i controlli al mercato del venerdì e a quello coperto, per reprimere chi distrattamente aumenta gli spazi assegnati, intasando le corsie di soccorso: “Queste – ha detto il Sindaco - devono essere lasciate completamente libere per evitare assembramenti”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium