/ Politica

Notizie di sport

Politica | 27 settembre 2020, 07:51

Ventimiglia: protocollo d'intesa in Prefettura, il Sindaco Scullino "No al centro per migranti nel comprensorio intemelio"

"Bisogna evitare che si ricada nelle situazione emergenziale che abbiamo avuto a Ventimiglia dal 2015 in avanti, non intendo quindi abbassare la guardia, me lo chiedono i miei cittadini”.

Ventimiglia: protocollo d'intesa in Prefettura, il Sindaco Scullino "No al centro per migranti nel comprensorio intemelio"

Il Sindaco di Ventimilgia, Gaetano Scullino, ha chiesto che il nuovo centro di identificazione e transito non sia situato a Ventimiglia ma neanche nel comprensorio intemelio.

“La frontiera – evidenzia il primo cittadino - è quella che attira i migranti che vogliono attraversare il confine, il messaggio deve essere che gli irregolari siano identificati e allontanati in un centro lontano dal confine e quindi lontano da Ventimiglia”. E' stato anche chiesto che non sia più accettato che ci siano centri di ‘scodellamento’, persino alla presenza massiccia delle Forze dell'Ordine, ove viene dato da mangiare per strada, in modo improvvisato e all'aperto, come avviene tutte le sere nel piazzale innanzi al cimitero o lungo la strada per andare in Francia: “Non devono essere accettati bivaccamenti, accampamenti e giacigli di fortuna, oltreché disumani anche igienicamente pericolosi. Come è noto – prosegue Scullino - e su questo concordiamo tutti, la sorveglianza sanitaria impone anche una serie di protocolli sanitari per la tutela della salute pubblica, quindi mi aspetto che le Forze dell'Ordine abbiamo disposizioni per smantellare punti di ritrovo impropri”.

Il Sindaco non avvalla alcune dichiarazioni apparse su organi di stampa, che tendono a sminuire l'impatto negativo del fenomeno o che disconoscono uno stato sofferenza della cittadinanza, particolarmente in alcune parti della città: “E' vero che nell'ultimo anno molto si è fatto – dice Scullino - grazie all'attenzione del Prefetto Intini e delle Forze dell'Ordine che non ringrazierò mai abbastanza, come è vero che in quest'ultimo anno la presenza del flusso migratorio è restato costante ma ciò è avvenuto proprio perchè non abbiamo abbassato la guardia e non dobbiamo farlo. Avere una presenza costante di persone che girano per la città, soprattutto dalla tarda serata, che arriva tranquillamente a 150, continua a creare nelle zone cittadine ove ciò accade forte disagio e sensazione di insicurezza, sarebbe sbagliato non riconoscerlo".

"Spero molto in questo protocollo d'intesa - termina - che firmerò molto volentieri se conterrà le richieste avanzate e sono fiducioso perché ho visto nel prefetto Di Bari, inviato dal Ministro Lamorgese, e nel Prefetto Intini la volontà di attenuare il fenomeno, soprattutto per evitare che si ricada nelle situazione emergenziale che abbiamo avuto a Ventimiglia dal 2015 in avanti, non intendo quindi abbassare la guardia, me lo chiedono i miei cittadini”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium