/ Eventi

Eventi | 24 settembre 2020, 13:31

Imperia, al via le attività culturali autunnali del circolo 'Parasio' con 'Il richiamo delle radici' di Sara Rodolao

La presentazione del libro si svolgerà domani pomeriggio alle 17.30 a Palazzo Guarnieri. Il presidente Raineri: "Felici per questa iniziativa in cui si dà spazio agli autori locali e in questo caso ad una scrittrice affermata e in prima linea per i diritti delle donne"

Imperia, al via le attività culturali autunnali del circolo 'Parasio' con 'Il richiamo delle radici' di Sara Rodolao

“Il richiamo delle radici”: è con la presentazione di questo libro che ripartono le iniziative culturali del circolo 'Parasio' a Imperia. Domani pomeriggio, con inizio alle ore 17.30 infatti a Palazzo Guarnieri ci sarà la presentazione dell’opera della poetessa e scrittrice Sara Rodolao. L’evento, promosso dal comune e dalla Provincia imperiese e dal circolo 'Parasio', rispetterà le misure volte al mantenimento del distanziamento sociale, così come impongono le norme anti contagio, ed  il pubblico potrà partecipare indossando la mascherina.

“Sarà un pomeriggio intenso”- hanno spiegato gli organizzatori durante la conferenza stampa di presentazione svoltasi stamani. “Il richiamo delle radici” narra una storia che è quella di quanti hanno lasciato la propria terra, ma che la tengono nel cuore come un inestimabile tesoro;  è, però anche una storia che pone al centro il coraggio di ribellarsi alle ingiustizie. La giustizia che trova le sue braccia più forti proprio in quelle che sembrano più deboli.

“C’è la soddisfazione, spiega alla nostra testata Giacomo Raineri presidente del circolo Parasio, di riprendere le nostre attività autunnali con una delle iniziative tipiche della nostra associazione ossia quella di dare spazio agli autori locali. Sara Rodolao è un’autrice che conosco da tempo la quale si è affermata con determinazione e impegno continuo. Una donna forte sempre in prima linea per i diritti delle donne e non solo. Come assessore provinciale ho realizzato negli anni passati il centro anti-violenza e lei mi ha profondamente aiutato. È una donna impegnata a tutto tondo e siamo felici di organizzare quest’evento”.

Come nei precedenti, il romanzo di Sara Rodolao infatti, mette in evidenza sopratutto il ruolo delle figure femminili; determinazione e resilienza di donne semplici protagoniste di situazioni complicate. L’autrice racconta una storia di emigrazione italiana, dagli anni ’50 ai giorni nostri. Una famiglia calabrese è costretta a spostarsi al nord in cerca di lavoro e lascia la propria terra, le antiche tradizioni e un triste passato. Si trasferisce a Milano dove diviene testimone dei tanti avvenimenti di quegli anni che sono rimasti impressi nella memoria collettiva del nostro Paese. Tante storie di dolore e di riscatto, di una terra dove la violenza del potere mafioso toglie respiro e vita a tutti. Ma il tema delle radici ritorna in ogni pagina e l’autrice racconta luoghi, persone e vicende con tratto sempre lieve, cercando di restituire bellezza, colori a profumi alla sua terra d’origine e a coloro che con tanta fatica e tanto dolore hanno dovuto lasciarla.

“Finalmente siamo riusciti a organizzare quest’evento- ci spiega la vice presidente del circolo Parasio Simona Gazzano. A causa dell’emergenza covid infatti, per cause di forza maggiore abbiamo dovuto posticiparlo, ma adesso diamo inizio alle nostre attività autunnali in un modo importante sia per l’elevato spessore culturale dell’autrice, che è un’autrice affermata, sia per le tematiche che l’opera affronta quali appunto le mafie, i poteri dei forti sui deboli, ma anche il riscatto e la voglia di giustizia”.

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium