/ Cronaca

Cronaca | 23 settembre 2020, 15:21

Imperia, processo per la morte di Mauro Feola: la Procura chiede la condanna a 14 mesi per De Notaris e a un anno per Pandolfi

Si tratta dei bagnini dello stabilimento 'Papeete Beach' accusati di omicidio colposo. Era il 25 luglio del 2015 quando l'uomo perse la vita per annegamento nello specchio acqueo antistante la struttura balneare

Mauro Feola

Mauro Feola

Il pm di Imperia Maria Paola Marrali ha chiesto la condanna, rispettivamente a 14 e 12 mesi per Aldo De Notaris e Caterina Pandolfi, nel 2015 bagnini dello stabilimento Papeete Beach, nel cui specchio acqueo perse la vita per annegamento l'imperiese Mauro Feola.

Questa mattina, al termine della requisitoria del pm e dell'arringa dell'avvocato dei due, Erminio Annon,i che ha chiesto l'assoluzione per i propri assistiti, il giudice Laura Russo ha rinviato per repliche ed eventuale sentenza al prossimo 2 novembre.

Gli imputati, ricordiamo, sono accusati di omicidio colposo. Fuori dal processo la responsabile civile Rossella Gobbi, titolare dello stabilimento, nonché madre di Caterina Pandolfi, che aveva trovato un accordo risarcitorio con la famiglia di Feola.

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium