/ Attualità

Attualità | 18 settembre 2020, 07:11

Taggia: Covid e scuola, 395mila euro per riqualificare 'in sicurezza' parchi e cortili

"E' un piano di investimenti epocale", l'ha definito così il sindaco Mario Conio. Ecco su quali scuole si andrà a intervenire e come.

Mario Conio, sindaco di Taggia

Mario Conio, sindaco di Taggia

395mila euro, a tanto ammonta l'investimento voluto dall’amministrazione comunale di Taggia per rendere anti Covid le aree esterne delle scuole. L’importante misura economica è stata approvata come variazione di bilancio, durante la giunta di ieri pomeriggio.

Grazie a un finanziamento governativo, nelle prossime settimane verranno effettuati numerosi interventi per riqualificare i cortili e i parchi collegati agli edifici scolastici. Rispetto al totale, 295mila euro saranno destinati alle scuole dell'infanzia e i restanti 100mila euro andranno sulle scuole primarie. 

L'amministrazione del sindaco Mario Conio investirà nel rifacimento dei manti erbosi e nel posizionamento di pergolati. Le strutture offriranno la copertura necessaria per garantire ai bimbi la possibilità di trascorrere più tempo all'esterno, in spazi sicuri e con qualsiasi condizione meteorologica. 

Queste le scuole che saranno interessate dagli interventi: 

- Scuola dell'infanzia ad Arma di Taggia 

- Scuola primaria di Levà

- L'Istituto Corradi ad Arma di Taggia

- scuola dell'infanzia di zona Borghi

- scuola dell'infanzia di Taggia. 

- L'asilo Nido di zona Borghi (dove sono già stati investiti 50mila euro per adeguamenti sul fabbricato e in vista di una prossima riapertura ndr).

"E' un piano di investimenti epocale. Andremo a fare un intervento consistente per riqualificare delle aree esterne dei fabbricati scolastici di nostra pertinenza. - spiega il sindaco Mario Conio - Le linee guida nazionali anti Covid-19 impongono nuove esigenze, in particolare viene chiesto di favorire le attività all’aperto degli studenti. Per questa ragione andremo a riqualificare i parchi e gli spazi in uso alle scuole dove ve ne sia bisogno. I lavori inizieranno in tempi brevi e contiamo di consegnare gli spazi rinnovati e le strutture al più tardi entro Natale".

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium