Politica - 17 settembre 2020, 07:11

Diano Marina, entro fine mese la conferenza dei servizi finale sul palacongressi, Chiappori: "Spero di tagliare il nastro" (video)

"A qualcuno un po' di mal di pancia verrà perché c'è chi non lo ama, però tutte le novità sono sempre state un problema, per tutti, anche per me, certe volte non riuscivo a capire perché qualcuno pensasse qualcosa"

Diano Marina, entro fine mese la conferenza dei servizi finale sul palacongressi, Chiappori: "Spero di tagliare il nastro" (video)

Entro fine mese si terrà la conferenza dei servizi decisiva per la costruzione del palacongressi, l'opera pensata dal sindaco di Diano Marina Giacomo Chiappori che dovrebbe sorgere sul molo delle tartarughe, e che il primo cittadino considera di importanza fondamentale per lo sviluppo turistico congressuale nella città degli aranci. Chiappori lo ha detto ieri durante la conferenza stampa di presentazione di Aromatica.

"Mi è dispiaciuto - ha dichiarato Chiappori a Imperia News - non vedere sul molo quello che nella testa e che credo sia nella testa di tanti, un palacongressi che aumenterebbe a dismisura la nostra stagione turistica occupando anche una forte presenza d'inverno. L'ultima conferenza dei servizi è segnata, ci riproveremo, parleremo di non più niente perché abbiamo fatto tutto, sono anni che sono dietro questo progetto. A qualcuno un po' di mal di pancia verrà perché c'è chi non lo ama, però tutte le novità sono sempre state un problema, per tutti, anche per me, certe volte non riuscivo a capire perché qualcuno pensasse qualcosa".

"Io l'ho pensata e so perché l'ho pensata, e qualcheduno quando la vedrà capirà di che cosa mi sono messo in testa e cosa ho pensato di fare per una città meravigliosa come Diano Marina. Una spinta che parte dal basso e che a breve, nell'ultima conferenza dei servizi che sarà fatta verso fine settembre, primi di ottobre, credo che diventerà una vera realtà. Spero almeno di tagliare il nastro, perché finirla la vedrà il mio successore". 

Il progetto del palacongressi, finanziato dalla regione, è stato accolto da alcune critiche, in particolare dall'opposizione che tramite il consigliere di Diano Riparte Angelo Basso ha presentato un esposto alla corte dei conti (QUI). Contro l'opera era partita anche una petizione sulla piattaforma change.org (QUI), che tuttavia non aveva raggiunto l'obiettivo prefissato delle 500 firme.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:

SU