Politica - 15 settembre 2020, 11:38

Elezioni regionali, l'ex ministro Centinaio a Imperia: "Importante l'abbinamento tra tutela del made in Italy e promozione del territorio" (foto e video)

Centinaio ha fatto visita alla Fratelli Carli e ad altre realtà imprenditoriali sul territorio come le ditte Anfosso e Merano, per poi incontrare amministratori e imprenditori locali al frantoio Roccanegra di Chiusavecchia

Elezioni regionali, l'ex ministro Centinaio a Imperia: "Importante l'abbinamento tra tutela del made in Italy e promozione del territorio" (foto e video)

L'ex ministro dell'agricoltura Gianmarco Centinaio questa mattina è in visita a Imperia, dove ha incontrato i militanti della Lega e tre dei quattro candidati in consiglio regionale: Alessandro Piana, Mabel Riolfo e Monica Gatti. Presente anche il parlamentare leghista Flavio Di Muro.

Centinaio ha fatto visita alla Fratelli Carli e ad altre realtà imprenditoriali sul territorio come le ditte Anfosso e Merano, per poi incontrare amministratori e imprenditori locali al frantoio Roccanegra di Chiusavecchia.

"La campagna elettorale - ha dichiarato - ha lo scopo fondamentalmente di vincere le elezioni, perché quando la Lega si muove, si muove per vincere e non per partecipare. La mia presnza qui oggi è una conseguenza di tutto il lavoro che è stato fatto negli anni scorsi, in particolar modo in quei quattordici mesi da ministro, e serve più che altro a far capire ulteriormente che quello che abbiamo sempre detto, cioè la tutela del made in Italy, dei prodotti di qualità, l'abbinamento tra l'agroalimentare e i territori, e quindi la promozione dei territori, non erano parole al vento, ma per noi sono una concretezza, ed è quello che vogliamo portare avanti anche in regione Liguria nel momento in cui verremo rieletti".

Centinaio ha risposto alle domande relative all'inchiesta che vede agli arresti domiciliari due commercialisti legati alla Lega. "Come al solito, nel momento in cui la Lega è forte salta fuori qualche cosa. Senza voler andare a puntare il dito contro nessuno, se qualcuno ha voluto portare avanti questa inchiesta meramente per sconfiggere la Lega, e far sì ce la gente pensi che la Lega è un partito di briganti, forse si è sbagliato di grosso, per il semplice motivo che io sono in campagna elettorale ormai da giugno, parlo con gli imprenditori e con i cittadini e nessuno mi ha mai parlato dell'inchiesta. Vuol dire che ormai i cittadini hanno capito che quando ci sono queste cose c'è sempre da meditare".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

SU