/ Al Direttore

Al Direttore | 06 settembre 2020, 15:32

Sanremo: la risposta alle perplessità di un lettore da parte di un "camperista indignato"

"La maggior parte dei camperisti sono persone con un buon rispetto dell'ambiente, anche laddove le città ci rendono la vita difficile"

Sanremo: la risposta alle perplessità di un lettore da parte di un "camperista indignato"

"Leggendo questi articoli mi sembra di vivere in un paese dove la conoscenza sia solo un optional.

Sono camperista da ormai dieci anni, vorrei informare che il camper ha un contenitore, o più, dove vengono stoccate le acque, chiare, grigie, nere. Tali contenitori permettono una autonomia che variano dai tre ai sette giorni, a seconda del modello o del numero di persone a bordo. Una volta pieni i contenitori si possono andare a scaricare negli appositi spazi, quasi sempre gratuitamente o per qualche spicciolo, non esiste motivo alcuno di scaricarlo in mare o in altro posto.

Giro molto per i mari dell'Italia, sono appena rientrato da uno stupendo giro in Sicilia; lì come in quasi il restante del paese i pattumi non sono lasciati in giro dai camperisti, ma dalle persone che vanno al mare in macchina. Ci è capitato più volte di raccogliere pattumi lasciati in giro da persone sciocche per poterlo poi buttare sempre presso alle aree attrezzate.

La maggior parte dei camperisti sono persone con un buon rispetto dell'ambiente, anche laddove le città ci rendono la vita difficile, tipo non mettendo a disposizione un modo semplice per buttare un pattume o scaricare le acqua, noi ci impegniamo a rispettare e se ci tocca, noi lasciamo i nostri rifiuti nel garage del camper, non li lasciamo come voi automobilisti in spiaggia perché non volete il pattume nel baule della vostra macchina.

Un saluto da un camperista indignato".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium