/ Attualità

Notizie di sport

Attualità | 15 agosto 2020, 10:17

Festa dell'Assunta a Sanremo: la cerimonia in tono minore per ricordare i Caduti in mare (Foto e Video)

Quest'anno non verranno insigniti i Consoli del Mare, per via del rispetto delle disposizioni anti Covid-19. La Famija Sanremasca non ha voluto lasciare decadere totalmente la festività particolarmente sentita nella città dei fiori e ha organizzato una piccola cerimonia.

Festa dell'Assunta a Sanremo: la cerimonia in tono minore per ricordare i Caduti in mare (Foto e Video)

Festa dell'Assunta in tono minore quest'anno a Sanremo, per l'osservanza delle norme anti Covid-19. La giornata tradizionale, organizzata dal Comune di Sanremo con Famija Sanremasca in collaborazione con il Rettorato del Santuario N.S. della Costa, si è aperta con una cerimonia contenuta in piazzale Vesco.

Stamani per rendere omaggio ai Caduti del mare, davanti al monumento del marinaio, erano presenti le principali autorità cittadine e i rappresentanti locali delle forze dell'ordine. La cerimonia ha preso il via con i tradizionali discorsi del sindaco Alberto Biancheri, del vescovo della Diocesi di Ventimiglia Sanremo, Mons. Antonio Suetta e del presidente della Famija Sanremasca, Leone Pippione.

Quest'anno non verranno insigniti i Consoli del Mare, per via del rispetto delle disposizioni anti Covid-19. La Famija Sanremasca non ha voluto lasciare decadere totalmente la festività particolarmente sentita nella città dei fiori e ha organizzato una piccola cerimonia. È stata posata una corona d’alloro al monumento del marinaio per tutti i Caduti del mare, seguita dall’inno nazionale e infine è stata recitata la ‘Preghiera del Marinaio’. Un momento simbolico per non rinunciare completamente alla giornata dell’Assunta una festa legata alla tradizione sanremasca.



La giornata è proseguita con la celebrazione della Messa solenne al Santuario della Madonna della Costa, officiata dal Vescovo della Diocesi, Mons. Antonio Suetta. Il tutto nel rispetto delle importanti tradizioni di Sanremo con il ricordo dei Caduti in mare e la devozione alla Madonna.

I due nuovi Consoli, che sono già stati decisi, verranno insigniti del titolo nel 2021. La carica onorifica di Console del Mare rammenta l’antica magistratura affidata dalle autorità comunali a cittadini competenti di commercio marittimo e di tecnica navale e portuale. Essi avevano anche il compito di intervenire nelle liti tra marinai e patroni di navi e tra questi ultimi ed i proprietari del carico nonché decidere circa le controversie sorte in caso di naufragio o atti di pirateria per la perdita totale o parziale del carico.

Una funzione quella dei Consoli delicata ed essenziale tenuto conto che il porto, in mancanza di agevoli comunicazioni via terra, era la primaria fonte di traffici e l’unico mezzo per consegnare i principali  prodotti dell’attività agricola: agrumi e foglie di palma. Il porto quindi, sorvegliato e controllato dai Consoli del mare, fu il vero ed unico centro di attività e fonte di ricchezza dai tempi poco posteriori all’anno Mille, sino ad oltre la metà del secolo XIX.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium