/ Politica

Politica | 14 agosto 2020, 15:11

Imperia: cerimonia di inaugurazione della passeggiata a mare di lunedì scorso, il commento di Sinistra Italiana

Imperia: cerimonia di inaugurazione della passeggiata a mare di lunedì scorso, il commento di Sinistra Italiana

"La cerimonia di inaugurazione della passeggiata sul mare del molo lungo di Oneglia, (che vorremmo ricordare esiste dal 2007) ha visto la presenza delle massime autorità locali in campagna elettorale ed ha dato la definitiva conferma che si è ormai conclusa l'operazione di reunion della disciolta 'banda del nastro' che abbiamo visto correre divisa alle elezioni comunali imperiesi. Non che le ruggini tra le troppe star della banda si siano del tutto risolte dato che alla candidatura dell'ex sindaco Sappa nelle liste di Forza Italia-Polis hanno fatto seguito le incredibili dichiarazioni di Marco Scajola sul rischio di indebite pressioni sull'elettorato che, si desume dalle sue parole, sarebbero dovute proprio alla riaggregazione del centro destra imperiese".

Interviene in questo modo Sinistra Italiana di Imperia, che prosegue: "Una riaggregazione tutta basata sulla conquista di potere visti i giudizi spesso severissimi espressi in questi due anni dal centro destra Totiano sull'operato della giunta comunale imperiese e le altrettanto ostili valutazioni sull'operato di Toti da parte di Scajola. In questo clima di competizione armata tra le liste del centro destra, dove l'ingresso di Polis e Claudio Scajola ha avuto l'effetto di un'opa ostile in borsa, assisteremo ad un duello mal dissimulato a colpi di sciabola (o sciaboletta), o meglio di forbici per conquistare il posto migliore al taglio del nastro di ognuna delle opere pubbliche che vedranno 'casualmente' la fine nel pieno della campagna elettorale per le regionali. Da ciò si spiega il perché della dimensione della nuova rotonda all'uscita dell'autostrada di Oneglia, che è peraltro simbolicamente attraversata da una croce dall'aspetto molto elettorale, i cui lavori di completamento, data l'evidente necessità di questa opera per i cittadini imperiesi, sono frenetici. Nella rotonda-sotto-un-cavalcavia più grande ed inutile del mediterraneo (sono record a cui il nostro sindaco tiene) si potrà così evitare l'accapigliarsi dei candidati sul nastro inaugurale con il conseguente pericolo di assembramenti e rischio di contagio di preferenze elettorali".

"Confidiamo - termina Sinistra Italiana - che di fronte a questo spettacolo molti cittadini imperiesi possano decidere di non voler fare un tuffo nel passato riconsegnandosi a quella classe politica che si era disgregata sotto il peso dei fallimenti amministrativi che ancora oggi ipotecano il futuro della città e della provincia, ma che oggi si ritrova a sostenere Toti per contendersi, con una sfida interna senza esclusione di colpi, la conquista di posizioni di potere".

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium